Il consiglio di Mareno di Piave unanime sulla convenzione per la Polizia locale: "Giusta risposta ad esigenze del territorio"

Il Comune di Mareno di Piave ha ufficialmente aderito alla convenzione per la gestione associata del servizio di Polizia locale: l’approvazione dello schema, avvenuta nel corso dell’ultimo consiglio comunale di martedì 30 aprile, ha difatti posto la parola “fine” ad un lungo e dibattuto capitolo.

"È un argomento già discusso – ha spiegato il sindaco Gianpietro Cattai (nella foto in alto, al centro) – l’amministrazione comunale già apprezzava il progetto, gli strumenti, le tecnologie e le modalità della convenzione già esistente fra i Comuni di Conegliano e Santa Lucia, e poi San Pietro di Feletto".

"I nostri due vigili non potevano far fronte alle esigenze del territorio – ha proseguito Cattai – serve uniformità nel servizio che deve essere di qualità viste le richieste maggiori e sempre più ampie da parte della cittadinanza".

L’ambito territoriale comprende infatti i territori di Conegliano, Santa Lucia, San Pietro di Feletto, Susegana e appunto Mareno di Piave, per un totale di oltre 71 mila abitanti; il contributo marenese per il servizio ammonterà a circa 24mila euro annui, per una copertura del territorio di 12 ore.

"La convenzione, che durerà 5 anni, è il modo giusto per rispondere alle esigenze del territorio – ha concluso il sindaco - e aver aderito prima della legge regionale che dovrebbe obbligare tutti i Comuni a fare lo stesso, dimostra un senso di maturità e aver saputo cogliere le occasioni".

A seguire è venuto il turno di Claudio Mallamace (a destra nella foto in alto), comandante della Polizia locale, che ha illustrato sinteticamente le linee guida del progetto e le modalità di svolgimento delle operazioni: "Il punto di forza è l’organizzazione perché ci sono reparti divisi e specializzati, fra cui uno dedicato alla prevenzione nelle scuole: ci “serviamo” dei piccoli per veicolare le regole ai grandi e i risultati ci sono stati: l’abbattimento dei sinistri stradali dai primi anni 2000 a oggi lo dimostra. Fare prevenzione serve".

"Puntiamo sulla sicurezza – ha proseguito Mallamace – in particolare su quella percepita, che si può vincere con la presenza sul territorio che crea appunto un sentimento di sicurezza".

Plauso anche dalla lista di opposizione Lega-Liga Veneta Salvini: "Siamo favorevolissimi allo schema e lo approveremo – ha detto il consigliere Rolando Bortoluzzi – abbiamo più volte sollecitato l’entrata nella convenzione che risolverà la carenza di personale. Se si riesce a far squadra, i risultati potrebbero arrivare presto".

(Fonte: Thomas Zanchettin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport