Zanoni interroga la Regione sul caso Sirti: "Non possiamo perdere personale qualificato di una eccellenza trevigiana"

Dal consigliere regionale Pd Andrea Zanoni un appello per la Sirti, e per salvare i posti di lavoro di una eccellenza trevigiana. “Anche la Regione faccia la propria parte per salvare i posti di lavoro alla Sirti. Non possiamo permetterci di perdere occupazione altamente qualificata”. È questa infatti la richiesta che arriva dal consigliere del Partito Democratico che ha presentato un’interrogazione sollecitando un intervento di Palazzo Balbi per scongiurare i circa 30 esuberi previsti per l’azienda di Mareno di Piave (Treviso), su un totale di oltre 800 a livello nazionale.

Sono cifre che mettono i brividi, in un periodo in cui l’economia italiana è praticamente ferma” - sostiene Zanoni - “Stiamo parlando di un nome storico della Marca, un’eccellenza nel campo della progettazione, realizzazione e manutenzione di grandi reti di telecomunicazioni, un settore strategico per il Paese. Un altro settore dove va stoppato il ricorso esasperato alla pratica dei subappalti, perché poi le conseguenze sono queste. Finora - ricorda Zanoni - il confronto tra azienda e sindacati non ha portato ad alcuna intesa: Sirti ha ribadito la propria indisponibilità ad allargare la platea dei beneficiari dei contratti di solidarietà confermando la procedura di licenziamento collettivo e i lavoratori hanno mantenuto lo stato di agitazione. È indispensabile che entrino in gioco le istituzioni, ognuna per la propria parte: si apra un tavolo permanente al ministero dello Sviluppo economico e la Regione non sia spettatrice”.

(Fonte: Andrea Zanoni, consigliere regionale).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport