L’Admo di Mareno di Piave incontra gli studenti del liceo Da Collo: "I ragazzi si facciano dono"

Una tradizione che va consolidandosi quella della sezione Associazione donatori midollo osseo (Admo) di Mareno di Piave: incontrare gli studenti delle scuole superiori per sensibilizzarli sul tema della donazione del midollo osseo, incentivando l’iscrizione alle liste. Due gli appuntamenti fatti nei giorni scorsi nel liceo "Francesco Da Collo", presenti almeno 220 studenti.

Un appuntamento consueto anche in altri istituti coneglianesi, dove una rappresentanza dell’associazione presta le proprie parole ed il proprio tempo semplicemente per parlare dello scopo che perseguono instancabilmente.

Relatrice dell’incontro è stata Roberta Bozzetto, referente del gruppo: “Ci hanno posto molte domande e più di qualcuno ha manifestato l'idea di rendersi disponibile per l’eventuale iscrizione al registro potenziali donatori di midollo osseo”.

“Le informazioni non sono mancate – prosegue Bozzetto - speriamo che ora questi ragazzi si prendano il tempo necessario per maturare una scelta consapevole: può significare molto per chi, ammalato, attende. Il compito di noi volontari è informare nel modo giusto su questa importante tematica, affinché i ragazzi scelgano di farsi vita e farsi dono”.

Come ricorda l’associazione, i donatori devono avere un'età compresa tra i 18 e i 35 anni, un peso superiore ai 50 kg ed essere in buona salute. Qualora intraprendano il percorso per diventare donatori, verranno sottoposti a un semplice prelievo di sangue venoso e a un colloquio con il medico, per poi essere ricontattati in caso di compatibilità.

(Fonte: Thomas Zanchettin © Qdpnews.it).
(Foto: Admo Mareno di Piave).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport