Mareno di Piave, Imu e Tasi inalterate, alzata la soglia minima per l'Irpef

A Mareno di Piave le imposte Imu e Tasi rimarranno inalterate, e la soglia minima di applicazione dell’Irpef comunale verrà invece alzata: è quanto emerge dal consiglio comunale tenutosi lo scorso sabato 22 dicembre, nell’ultima seduta del 2018.

“Grazie all’attenta gestione e al controllo del bilancio comunale – esordisce il sindaco Gianpietro Cattai – possiamo dire che le aliquote Imu e Tasi a Mareno di Piave rimarranno inalterate anche nella prossima annualità, mantenendosi al di sotto di altre nella provincia di Treviso”.

L’aliquota ordinaria in oggetto, Imposta municipale propria, ammonta a 7,6 per mille, mentre del 4 per mille per le abitazioni di categoria A/1, A/8, A/9; la Tasi (Tributo sui servizi indivisibili) rimarrà al già attuato 1 per mille, percentuali di minor impatto rispetto a quelle previste da altri Comuni confinanti.

Sempre rimanendo nel tema del bilancio di previsione, lo stesso Cattai ha annunciato che sempre grazie all’attento controllo del medesimo bilancio comunale, sarà alzata la soglia minima per l’esenzione dall’applicazione dell’Irpef comunale, che da 9 mila euro passerà a 10 mila, venendo così incontro ai lavoratori marenesi con basso reddito.

(Fonte: Thomas Zanchettin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport