Mareno di Piave, sospesi i lavori di nove aziende per sospetto abusivismo edilizio

Il Comune di Mareno di Piave ha sospeso gli interventi in corso ben nove aziende per sospetta edilizia abusiva: il provvedimento, riguardante l’immediata sospensione dei lavori, trova origine da alcune denunce, segnalazioni e comunicazioni giunte nei giorni scorsi agli uffici comunali.

Lavori non autorizzati, stando a quanto pervenuto in municipio, perlopiù concernenti alcuni scavi nel terreno con accumulo di ghiaia e interventi di sbancamento di aree non autorizzate, fra cui un parcheggio di un noto polo commerciale di Mareno.

Fra le varie segnalazioni dei cittadini anche la comunicazione del vice commissario della Polizia locale del Comune, Sante Gava, che, insieme al responsabile del servizio per i lavori pubblichi, l’architetto Mauro Gugel, ha verificato l’esecuzione dei lavori nell’area commerciale notificando anche la presenza di rifiuti speciali, derivati dalla rottura dell’asfalto in un’area adibita a parcheggio.

Ed è proprio per questi motivi che alle nove ditte - sei di Mareno, una di Codognè, una di Susegana e una di Fontanafredda (Pordenone) - è stato fatto pervenire l’immediato atto di sospensione dei lavori a cui seguirà l’accertamento della documentazione in loro possesso.

Il provvedimento, che sarà fatto valere dagli agenti della Polizia locale di Mareno, qualora non venisse rispettato potrebbe avere risvolti importanti dal punto di vista penale, infatti nelle prossime ore le ditte convenute potranno presentare la documentazione necessaria per l’accertamento e chiarire ulteriormente la situazione.

(Fonte: Thomas Zanchettin © Qdpnews.it).
(Foto: foto di repertorio, archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport