Truffa ai danni della "Bottega" di Godega: sequestrate a Pistoia 150 mila bottiglie di vino contraffatte

Godega gdf sequestro vino PistoiaLa Guardia di Finanza di Pistoia ha eseguito nel Comune di Lamporecchio due provvedimenti di sequestro nei confronti di P.S., titolare di una azienda vinicola, per i reati di produzione e commercializzazione di prodotti contraffatti e frode in commercio.

Il sequestro ha riguardato oltre 150 mila bottiglie e 430 mila etichette che riproducevano forma, colore e segni distintivi registrati ed in uso esclusivo delle case vinicole ''Bottega s.p.a." di Godega di Sant'Urbano e "Fratelli Martini s.p.a." di Cossano Bembo (Cuneo). Nello specifico, i finanzieri del nucleo di Polizia Tributaria e della Compagnia di Pistoia hanno concentrato la loro attenzione sulle bottiglie di vino prosecco e pinot nero dalla forma rastremata e con la colorazione "gold'' e "pink", ottenuta con un particolare processo denominato metallizzazione (nella foto).

Gli approfondimenti lnvestigativi hanno permesso di scoprire che proprio il particolare design e la colorazione erano oggetto di tutela. Si tratta infatti di "marchi tridimensionali" gia' registrati alle autorità comunitarie ed internazionali dalla "Bottega", che sin dal 2002 ha commercializzato con successo nel mondo i propri vini anche grazie alla forma e colore dell'innovativa bottiglia.

L'attività delle Fiamme Gialle ha permesso, inoltre, di ricostruire i volumi di vendita della ditta pistoiese che, tra il 2013 ed il 2014 aveva già posto in commercio, prevalentemente sui mercati stranieri, quasi 390 mila bottiglie contraffatte. Le indagini hanno consentito di constatare anche che l'imprenditore pistoiese ha commercializzato vini con etichette confondibili con i nomi registrati dall'azienda vinicola "Fratelli Martini s.p.a.'', e per questo sono state sequestrate oltre 430 mila etichette pronte all'uso.

(Fonte: Compagnia della Guardia di Finanza di Pistoia).

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport