Antica Fiera di Godega, 300 mila euro di investimenti su illuminazione, bagni, parcheggi e asfaltature

Tra il 2016 e il 2017 l’amministrazione comunale di Godega di Sant’Urbano ha investito sulle strutture fieristiche quasi 330 mila euro in progetti di ammodernamento dei locali e degli esterni. E nel cassetto ha progetti di investimento per ulteriori 500 mila euro per i quali sta cercando finanziamenti.

All’edizione 2018 dell’Antica Fiera, che si terrà il 3, 4 e 5 marzo con la novità senza precedenti dell’ingresso gratuito per i visitatori, espositori e cittadini troveranno alcune innovazioni logistiche importanti, non immediatamente visibili, ma di rilievo per rendere più competitiva una location che accoglie ogni anno, solo nei giorni della storica fiera campionaria, 20 mila persone.

"L’Antica Fiera di Godega, appuntamento storico per il territorio e le sue genti, negli ultimi anni sta vivendo un’importante fase di trasformazione – spiega il sindaco di Godega di Sant’Urbano e assessore ai lavori pubblici, Paola Guzzo - Cambiamenti e ammodernamenti al passo con i tempi nel rispetto della sua antica tradizione centenaria che affonda le radici, stando ai documenti ufficiali, al 1343 e probabilmente prima ancora".

"Gli interventi già attuati, a partire dall’abolizione del biglietto di ingresso, e quelli in programma sono volti a far cambiare di aspetto a un’area di fondamentale importanza nonché motivo di orgoglio per Godega - prosegue la prima cittadina - Alcuni di questi sono già stati effettuati nel corso degli ultimi anni, altri si stanno ultimando in questi giorni. I progetti in programma per il futuro cambieranno il volto delle strutture espositive. La nostra è una Fiera “in movimento” per stare al passo con i tempi senza dimenticare il passato".

Alla realizzazione della manifestazione millenaria è annualmente impegnato tutto il paese, che riesce e mettere in campo ben 200 volontari. Ecco i principali interventi effettuati sulle strutture fieristiche di Godega di Sant’Urbano negli ultimi due anni.

Nuove asfaltature e piazzole per gli espositori: l’intervento che più interesserà gli espositori è l’asfaltatura di nuove porzioni del campo fiera e l’allargamento delle strade interne asfaltate. Grazie a tale intervento gli espositori potranno piazzare le loro strutture e prodotti sul cemento e non più sull’erba. L’opera, realizzata nel 2017, è costata 30 mila euro.

La Fiera si ingrandisce: un’altra novità importante è l’acquisto da parte del Comune della nuova area di 10 mila 500 metri quadri dietro al Palingresso che quest’anno, per la prima volta, verrà utilizzata a parcheggio (può ospitare fino a 500 auto). Tra acquisto, spese amministrative e lavori recinzione e di collegamento con l’esistente area fieristica l’amministrazione ha speso quasi 200 mila euro. L’acquisizione di quest’area, avvenuto nel 2017, è stata strategica perché ha fornito all’Antica Fiera un nuovo accesso da via Cordignano e nuovi spazi su cui in futuro potrà ampliarsi il parco espositori.

Nel 2017 l’Amministrazione comunale ha rilevato inoltre da un privato una piccola area di 750 metri quadri a fianco del Palingresso dove durante l’Antica Fiera vengono installate le giostre e che nel corso dell’anno viene usate come parco giochi. L’acquisto e la sistemazione dell’area sono costati circa 11 mila euro.

Nuova illuminazione e bagni nuovi di zecca: alcuni interventi importanti hanno interessato anche gli interni. Come ad esempio l’installazione di 70 nuove luci Led nei padiglioni giallo e azzurro che hanno aggiunto in entrambe le strutture due nuove file di luci in aggiunta a quelle esistenti (non rimosse in quanto ancora funzionanti). L’intervento, realizzato sempre l’anno scorso, ha avuto un costo di oltre 30 mila 400 euro.

Sono ancora in corso invece - e si concluderanno prima dell’inizio dell’Antica Fiera - i lavori di realizzazione dei nuovi bagni del padiglione giallo. I vecchi bagni sono stati demoliti per lasciare posto a sevizi igienici adeguati alla normativa, funzionali e privi di barriere architettoniche. L’intervento, iniziato l’8 gennaio scorso, ha un costo di 51 mila 250 euro.

Progetti nel cassetto

Ancora più rilevanti, come impegno economico, i progetti che l’Amministrazione ha nel cassetto per continuare l’opera di ammodernamento delle strutture fieristiche.

Il primo riguarda la rimozione delle attuali coperture dei due padiglioni e la realizzazione di nuovi tetti possibilmente con l’installazione di pannelli solari o fotovoltaici. La spesa ipotizzata è pari a 240 mila euro.

Il secondo progetto riguarda la realizzazione di un edificio a fianco del Padiglione azzurro che ospiti la nuova cucina. Costo preventivato dell’intervento: 260 mila euro. Per entrambi gli interventi il Comune sta cercando finanziamenti.

(Fonte: Antica fiera di Godega).
(Foto: Facebook, Antica fiera di Godega).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport