Fregona, il piccolo investito nel giardino di casa fuori dalla terapia intensiva: ha riabbracciato i genitori

Ora inizierà il periodo di lungo recupero per il bambino di Fregona, investito da un’auto senza controllo nel suo giardino di casa lo scorso 6 marzo. Un incidente terribile a seguito del quale dopo due delicatissimi interventi agli arti inferiori e ai piedi, il piccolo è stato tenuto in sedazione controllata fino a quando, nei giorni scorsi, i medici considerati i miglioramenti, hanno deciso di risvegliarlo.

E dal reparto di terapia intensiva del Ca’ Foncello è stato trasferito nella clinica di chirurgia pediatrica. I genitori hanno potuto così riabbracciarlo, e anche in paese, come pure alla scuola Parravicini di Vittorio Veneto, tutti hanno potuto tirare davvero un sospiro di sollievo.

Per quanto riguarda il suo ritorno a casa ancora non è dato sapere. Sarà una cosa lunga per arrivare ad una guarigione completa, ma i primi passi sono stati fatti. Tuttavia saranno probabilmente necessari ulteriori interventi, perché i traumi da schiacciamento riportati ai piedini del ragazzino sono stati importanti, ma in paese ora la fiducia è cresciuta e tutti sono vicini ai genitori, a cominciare dall’amministrazione comunale con il sindaco Laura Buso che si mantiene in costante contatto con la famiglia.

Come si ricorderà le circostanze del drammatico incidente accaduto la mattina di mercoledì 6 marzo sono state davvero incredibili: una Fiat 500 condotta da un pensionato della zona, colto da malore proprio in prossimità della curva di via Indipendenza, dove c’è l’abitazione del bambino, senza controllo ha finito la sua corsa nel giardino dove stava giocando accanto all’auto di papà, prendendolo in pieno. E’ stato il padre, uscito per primo dall’abitazione a soccorrerlo e dare l’allarme, facendo intervenire il personale del Suem.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport