Lavori sulla piazza di Fregona, il parroco accusa dal pulpito "Impediranno i funerali". Il sindaco "Non è vero"

Mentre con l’avanzo di amministrazione sbloccato si stanno muovendo in paese tanti cantieri tra cui il rinnovo della piazza, proprio questo intervento sta dividendo il paese. Tutto nasce dalle esternazioni dal pulpito durante le omelie delle celebrazioni di sabato e domenica nelle chiese delle frazioni e del capoluogo, di don Angelo Arman, il parroco, preoccupato di essere stato avvisato all’ultimo di lavori sulla piazza che avrebbero creato difficoltà all’accesso in chiesa, soprattutto per i funerali.

Più che irritata sono davvero delusa dal modo in cui sono state esposte cose non veritiere alla cittadinanza. E da un luogo come il pulpito – afferma il sindaco Laura Buso – che non sarebbe davvero preposto alle lamentele contro l’amministrazione”.

Cosa è successo è ormai sulla bocca di tutti in paese. In pratica don Angelo, ha criticato l’amministrazione di averlo avvisato ancora una volta all’ultimo momento dell’intervento sulla piazza (iniziato oggi, ndr). Un intervento che a suo dire avrebbe reso difficile e addirittura in dubbio, se non impedito, l’accesso per funerali e altre funzioni alla chiesa. E il malumore da sabato da Sonego a Osigo a Fregona è dilagato. 

“A parte che non era la sede giusta per manifestare disappunto, mi è dispiaciuto, ma il problema non è di fondo vero – dice il sindaco –, e a parte che dovevamo incontrarci lunedì per pianificare e sistemare eventuali esigenze o malintesi, il parroco era stato ampiamente avvisato che i lavori erano prossimi. Ci sono stati degli incontri, almeno tre con progettisti, assessore ai lavori pubblici e vicesindaco. E invece ci siamo ritrovati poi, in questo periodo anche delicato, con delle esternazioni che non ho capito: mica siamo don Camillo e Peppone. Mi è proprio dispiaciuto, non è questo un modo di rapportarsi anche se in passato abbiamo avuto qualche disguido (qui l'articolo). Il parroco ha visto eccome, e del resto anche la curia, il progetto di intervento, che non intacca proprietà della parrocchia ma solo l'area comunale”. 

E sulla difficoltà per i funerali? “E’ una falsità, l’assessore Flavio Bottega lo aveva rassicurato, spiegando che sarebbe stato garantito l’accesso a funerali e quant’altro si svolgesse nelle attività della parrocchia, mettendosi a disposizione per eventuali altre necessità. Una amministrazione per quanto becera sia non interclude certo il passaggio per andare in chiesa. Ma andiamo! E’ talmente grossa che non è credibile. Tutto questo non fa bene al clima del paese, ha creato malumori”. Si cercherà comunque quanto prima di riprendere un rapporto più diretto con la parrocchia che avrà una piazza con più verde e mantenendo inalterato il numero dei parcheggi.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Gianni Desti).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport