La Pro Loco di Fregona sistema due tratti di sentiero in occasione della marcia del Torchiato

Oggi è il giorno della 15esima marcia del Torchiato, con partenza dalla strada adiacente a piazza Maronese a Fregona. Quest'anno per garantire la sicurezza e la vivibilità della marcia il comitato organizzatore, che fa capo alla Pro Loco di Fregona, ha messo in sicurezza ben due tratti di sentiero.

Il primo è quello che da località Spinè va verso l'abitato di Piai. Qui sono state predisposte delle corde di sicurezza come punto di appoggio in caso di scivolamento. Il secondo intervento riguarda invece il tratto di un centinaio di metri che va dalle Grotte del Caglieron ai ruderi del castello di Piai, dove sono state installate delle reti metalliche e dei paletti. Di qui passerà il percorso di 19 chilometri, che è anche il più lungo: gli altri sono da 6 e da 13 chilometri, rappresentando un'alternativa per chiunque voglia partecipare senza avere un allenamento sufficiente.

"Un ringraziamento va fin da ora a tutti gli sponsor che ogni anno rendono possibile la manifestazione - dichiara la Pro Loco di Fregona - alle associazioni che collaborano per la buona riuscita: Gruppo alpini di Osigo, associazione San Giorgio di Osigo, Gruppo Alpini di Fregona, Scuola di Maratona di Vittorio Veneto, Protezione civile di Sarmede, Cappella Maggiore e Fregona, Prealpi soccorso in particolare, oltre che ai volontari che a titolo personale vi collaborano".

(Fonte: Francesca Rusalen © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport