Posta in giorni alterni a Fregona? Il sindaco Laura Buso: "Pareva che la questione fosse archiviata"

Sta nascendo nuovamente un certo fermento per la questione che riguarda la possibilità che Poste Italiane passi a un piano di consegna della posta a giorni lavorativi alterni (lunedì, mercoledì e venerdì una settimana, martedì e giovedì per la settimana successiva). La proposta di Poste Italiane era partita ancora ad inizio di quest’anno con l’invio di una lettera ai comuni interessati e tra questi ci sono anche quelli dell’Alta Marca trevigiana: Cison di Valmarino, Follina, Fregona, Miane, Revine Lago, Sarmede, Segusino, Tarzo e Valdobbiadene.

 

Dopo la presa di posizione della deputata del Movimento Cinque Stelle Arianna Spessotto - membro della 'IX Commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni' - fermamente contraria al piano di consegna della posta a giorni alterni, i sindaci interessati stanno nuovamente prendendo in mano la questione. Laura Buso, primo cittadino di Fregona, commenta così la vicenda: “L’ultima volta che avevo parlato con l’Associazione Comuni della Marca Trevigiana sembrava che la questione fosse archiviata a causa dei cambi, anche ai vertici, che erano stati fatti. Nei prossimi giorni sentirò gli altri sindaci interessati per un’azione comune”.

 

Dall’altra parte Daniele Dal Mas, membro del comitato 'Uniti per Valsalega' ringrazia la deputata Spessotto per la presa di posizione e mette sul tavolo un’altra questione rilevante: “Noi ricordiamo che i comuni di Fregona, Revine Lago e Segusino, ad esempio, sono riconosciuti da leggi regionali e nazionali come 'montani', poiché siti in aree disagiate e, oltretutto, in virtù di recenti sentenze emesse dai T.A.R, proprio i comuni montani non devono essere toccati dal piano di razionalizzazione di Poste Italiane”.

 

(Fonte: Francesca Rusalen © Qdpnews.it).

(Foto: archivio Qdpnews.it).

#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.