Elezioni a Follina, anche Massimo Paier si chiama fuori: "Lunghe trattative che non hanno portato a nulla"

Man mano che passano i giorni il quadro delle candidature a Follina in vista delle prossime amministrative comincia a prendere forma.

Tra conferme e smentite arriva ora la presa di posizione di Massimo Paier (nella foto), il jolly dei candidati, corteggiato in po’ da tutti, che a sorpresa annuncia: "Ho fatto una valutazione con il gruppo che mi sostiene e ho preso la decisione di starmene a casa", queste le prime parole che non lasciano adito a dubbi.

Poi Paier spiega le motivazioni: "Il quadro politico in vista delle prossime amministrative si è molto complicato. Avevo deciso di non correre con una mia lista da tempo, avviando contatti con il sindaco Mario Collet, per entrare nella sua compagine. Dopo lunghe trattative non siamo giunti ad un accordo, da qui la decisione di starmene a casa, decisione presa insieme a chi mi sostiene”.

Paier non aggiunge altro, non spiegando le cause del mancato accordo, anche se è facile ipotizzare che si tratti di una questione di "ruoli". L’ultima precisazione riguarda Cison, dove Massimo Paier aveva corso con una propria lista, venendo eletto in opposizione nel 2014: "L’esperienza cisonese si chiude a fine maggio".

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport