Farra di Soligo, buona la prima per la passeggiata sulle colline Patrimonio Unesco: un centinaio i partecipanti

Un successo inatteso e molto apprezzato: questo l’esito della "camminata inaugurale" sulle colline Patrimonio dell’Umanità organizzata ieri mattina, domenica 14 luglio, dall’amministrazione di Farra di Soligo. Guidati dal simpatico 80enne Aldo Facci "Fulmine" e dal sindaco Mattia Perencin, un centinaio di innamorati del proprio territorio ha attraversato i sentieri che collegano Soligo a Col San Martino, assaporando a pieno le magiche località di San Gallo, Collagù, Baldacchin e San Vigilio.

Farra di soligo passeggiata unesco

Una manifestazione eno-culturale molto gradita, pur nella sua semplicità, che è stata possibile anche grazie alla ben riuscita collaborazione delle tre Pro Loco, dei gruppi alpini e dell’associazione “Vivi le rive”. Chicca finale la sorpresa della Pro Loco di Col San Martino, che ha festeggiato insieme ai partecipanti con pan e sopressa e calici di Valdobbiadene docg predisposti appositamente per formare la parola “Unesco”.

Farra di soligo immagine unesco

Un evento, quello di ieri, che vuole essere un punto di partenza di un ciclo annuale di passeggiate nel territorio farrese, un’esperienza da vivere con regolarità affinché questo paesaggio Patrimonio Unesco possa essere vissuto con il cuore dall’intera comunità e, al tempo stesso, possa diventare uno stimolo per fare di ciascun cittadino un esperto ambasciatore del territorio in cui vive. Un obiettivo stimolante che, nei prossimi mesi, coinvolgerà tutti i Comuni promossi a Patrimonio dell’Umanità attraverso, ad esempio, la predisposizione di un’uguale tabellonistica lungo le colline del Conegliano-Valdobbiadene docg, che possa aiutare il turista a sentirsi accompagnato come a casa propria in un paesaggio vissuto da veri amici che remino tutti nella stessa direzione.

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport