Farra di Soligo, Nicola Guzzella e Gioia Piovesan della terza E vincono il premio comunale "Paolo Lazzarotto" nel ricordo della Shoah

Ricordare una delle pagine più tragiche della storia dell’umanità, la Shoah e il dramma degli internati militari italiani nei lager nazisti, è l’importante obiettivo che si sono posti tre anni fa il Comune e l’Istituto Comprensivo di Farra di Soligo, in collaborazione con la famiglia del maestro e sindaco Paolo Lazzarotto.

Nel 2017, infatti, è stato istituito il premio “Paolo Lazzarotto” rivolto alle classi terze della scuola media “Giacomo Zanella” di Col San Martino, che mira a tenere viva la Giornata della Memoria attraverso l’arte del disegno .

La premiazione della terza edizione è avvenuta sabato scorso, 4 maggio 2019, nella scuola media farrese. Tra i dieci i disegni in gara, realizzati con il supporto degli insegnanti Paola Casagrande e Roberto Merotto, sono stati premiati i primi tre classificati. Il disegno vincitore è stato realizzato da Nicola Guzzella e Gioia Piovesan della classe terza E ed è intitolato: “Abbiamo cucito un cuore con le camicie a righe che hanno indossato milioni di ebrei nei campi di concentramento... Potremo mai ricucire gli errori della storia?”. Il disegno, infatti, presenta una cucitura con filo rosso realizzata a mano sul cuore.

Il secondo disegno classificato è opera di Elisa Frare, Nicola Guzzella, Giorgia Furlan, Gioia Piovesan e Arianna Micheletto della classe terza E. Il terzo posto è stato assegnato a Mattia Bertazzon, Greta De Faveri e Lyna Djouamaa della classe terza B.

Farra Concorso shoah2
Il premio artistico è dedicato alla memoria di Paolo Lazzarotto: cittadino di Farra di Soligo e maestro elementare nella scuola locale scomparso nel 1998, che dal 1943 al 1945 fu deportato e internato nei lager nazisti. In questo periodo scrisse il suo diario su pezzetti di carta da rifiuto, da lui numerati, con scrittura illeggibile per i tedeschi, in modo da non farsi scoprire durante le continue perquisizioni. Nel periodo post bellico fu sindaco di Farra di Soligo per due mandati. Le sue memorie postume sono state pubblicate dai familiari con il titolo “Morgen Sboba. Diario dai campi di prigionia nazisti 1943-1945”.

"Ringrazio la famiglia Lazzarotto per la bella opportunità che da tre anni offre ai nostri ragazzi – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Mattia Perencin – Ringrazio, inoltre, l'Istituto Comprensivo, sempre sensibile e partecipe alle iniziative culturali proposte, e la giuria, per la disponibilità e la preziosa collaborazione. È merito di tutte queste persone se i ragazzi hanno potuto conoscere la storia di Paolo Lazzarotto, fare delle riflessioni su un tema così importante e poi rappresentarle in modo creativo, giungendo a risultati eccellenti".

Farra di soligo shoah concorso 3
(Nella foto, da sinistra, la professoressa Casagrande, la professoressa Rizzo, Graziano Lazzarotto, figlio di Paolo, e l'assessore Mattia Perencin).

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Farra di Soligo).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport