Maltempo, la Pro Loco di Col San Martino dona 2.800 euro al Comune bellunese di Gosaldo

La Pro Loco di Col San Martino, presieduta da Luciano Stival (nella foto),  donerà 2.837 euro al Comune bellunese di Gosaldo, di appena 600 abitanti, gravemente colpito dal maltempo di fine ottobre.

1.100 euro sono stati raccolti durante il concerto benefico dei Solisti di Radio Veneto Uno, tenutosi lo scorso 9 novembre, altri 987 euro sono l’intero ricavato della tre giorni di festeggiamenti organizzati dalla Pro Loco per il santo patrono San Martino, 500 euro sono giunti dal Supermercato Rosa, 250 euro sono stati donati da Mattia Perencin e Massimiliano Guglielmi con la vendita del loro libro sui caduti farresi, che è stato presentato il 7 novembre scorso.

Luciano Stival, presidente della Pro Loco, ha così motivato quest’importante scelta: "Saputo del disastro che ha colpito il Bellunese, sabato 3 novembre, mentre stavamo allestendo i preparativi per la festa di San Martino, ho proposto ai miei consiglieri di devolvere agli alluvionati l’intero ricavato, al netto delle spese. La mia proposta è stata accolta all’unanimità".

"Volevamo fare qualcosa di concreto, in autonomia – ha proseguito Stival - per questo ci siamo subito attivati per cercare le persone giuste a cui chiedere informazioni sulle esigenze dei Bellunesi e su quali fossero i Comuni più in difficoltà. Tramite il mio vice presidente, che ha parenti nell’Agordino, siamo venuti a conoscenza che il Comune di Gosaldo era senza corrente elettrica da una settimana e che aveva bisogno di aiuti urgenti".

"A breve fisseremo un incontro con il sindaco e il presidente della Pro Loco di Gosaldo – ha annunciato Stival - per stabilire come meglio investire la cifra raccolta. Non sappiamo ancora se a Gosaldo preferiscano ricevere i soldi tramite assegno o se possiamo investirli per acquistare beni di prima necessità da loro richiesti. Nei prossimi giorni avremo maggiori notizie".

Per concludere un ringraziamento ai suoi volontari: "Sono molto felice della buona riuscita di questa edizione dei festeggiamenti di San Martin: questo ci ripaga degli sforzi fatti negli ultimi tre anni per dare giusta importanza al nostro patrono. 'In fondo in fondo… l’è San Martin',  con la mostra del vin col fondo e le serate culturali a tema, ha avuto un’ottima affluenza, infatti il livello di questa nuova manifestazione si è alzato, divenendo un evento atteso che ha profondamente rinnovato quest’antica tradizione".

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport