Farra di Soligo, a breve in pensione l'arrotino Novellino Spadetto: da 50 anni nei mercati dell'Alta Marca (VIDEO)

Cinquant’anni di mercato e l’orgoglio di aver portato avanti una vera e propria tradizione famigliare nell’arte dell’affilatura e della conoscenza dei metalli.

Andrà a breve in pensione il 79enne Novellino Spadetto (nella foto), storico arrotino dei mercati di Conegliano, Follina, Pieve di Soligo, Vittorio Veneto e, fino a dieci anni fa, anche Treviso, originario e residente a Farra di Soligo.


Il testimone verrà passato il prossimo 1 gennaio 2019 ad un giovane che ha deciso di intraprendere la sua stessa carriera
, figlio di mercatali ma in un altro settore, al quale Spadetto sta insegnando tutti i segreti di un mestiere dal sapore antico capace di attirare la simpatia e l'affetto della gente.

Del resto, la sua famiglia può vantare una vera e propria vocazione in questo campo. Novellino Spadetto è infatti figlio di Filippo Spadetto e Italia Xocco, nono di tredici fratelli. Il suo nome deriva proprio dall’ordine di nascita, come quello del fratello maggiore Ottavio e del fratello minore Decimo.

Il padre lavorava come arrotino nei mercati, ma svolgeva anche il mestiere itinerante di “stagnin, mòleta, parecia-ombrele e barbier”, quelle figure capaci di aggiustare e sistemare tutti gli oggetti metallici presenti nelle case di una volta e, vista la capacità di maneggiare rasoi e forbici, anche di tagliar barba e capelli. Il mattino lavorava nei mercati, mentre il pomeriggio si presentava nelle piazze dei paesi offrendo di volta in volta i suoi servizi.

Farra famiglia Spadetto anni 40

Si tratta di un tipo di lavoro che ancora oggi tende a passare di padre in figlio e il cognome Spadetto richiama il legame con gli oggetti da taglio, anche se è difficile stabilire se vi sia un rapporto causale o se si tratti di una pura coincidenza, per quanto affascinante.

Novellino ha preso il posto del padre nei mercati, ma anche gli altri fratelli si sono dati da fare: altri tre infatti hanno intrapreso la stessa carriera, poi seguiti dai figli, e in totale attualmente sono nove gli Spadetto che lavorano in questo settore, coprendo un’area del Nordest che va dal Quartier del Piave fino a Belluno, Montebelluna e Oderzo.

Insieme, fratelli, figli e nipoti si sono recati molte volte a Maniago, in provincia di Pordenone, dove fin dal Medioevo sono attive numerose coltellerie e che per questo vanta il titolo di "città del coltello".

Farra famiglia Spadetto arrotini
Oggi a rivolgersi ad artigiani come gli Spadetto sono soprattutto professionisti
: ristoratori, barbieri, cacciatori, contadini, calzolai, collezionisti e tutte quelle persone che hanno l’esigenza di contare su strumenti sempre ben affilati e funzionali.

Nell'elenco non mancano però le casalinghe, segno che quella dell’arrotino è un’arte che sta venendo riscoperta: dopo la crisi si è rinnovata infatti l’attenzione nei confronti dell’oggetto di qualità, compresi quelli in metallo, che magari richiedono un investimento iniziale maggiore ma col tempo sanno rivelare la propria affidabilità e durata.

Prima di seguire le orme del padre, come tanti altri suoi coetanei Novellino Spadetto è stato emigrante in Svizzera dal 1960 al 1969, dove lavorò come muratore, partecipando anche alla realizzazione del traforo del Gran San Bernardo. Memore degli insegnamenti ricevuti in casa, per arrotondare la sera tagliava i capelli a chiunque servisse.

Farra Novellino Spadetto mercato pieve 1974

Una volta tornato a casa ha preso il posto del padre nei mercati: a Pieve di Soligo inizialmente aveva la propria piazzola all’ombra di palazzo Balbi Valier Sammartini (nella foto, nel 1974), di fronte al bar Centrale, mentre ora è possibile trovarlo poco più su, all’altezza della piccola rotonda di piazza Vittorio Emanuele II.

Per me tutti i giorni sono belli: l’importante è che ci sia il lavoro, farlo bene ed essere onesti”, dice Novellino Spadetto, che da qui a fine anno non ha ancora deciso quando smetterà definitivamente. Finché il tempo sarà bello e finché la gambe lo reggeranno lavorerà ancora alla sua mola, continuando a fare con passione ciò che sa fare meglio.


Farra Novellino Spadetto mercato
(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).

(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport