A Godega di Sant'Urbano arriva "Municipium": la nuova app al servizio dei cittadini

Veneto, si allontana l'autonomia e Zaia sbotta: "Basta, la misura è colma, questa è la politica del gambero"

Santa Lucia di Piave, ufficiale il gemellaggio con Alboraya, consegnate le bandiere della Serenissima

Farra di Soligo, vetrina internazionale per Samuele Longo: 45 minuti di sacrificio contro gli inglesi del Manchester united

Segusino, al via il primo stralcio dell’adeguamento sismico scuola elementare “Antonio Canova”

Vittorio Veneto, omicidio del 57enne Paolo Vaj, arrestate per omicidio volontario le due donne che vivevano con lui

Omicidio nella notte a Serravalle di Vittorio Veneto: vittima un 57enne ucciso nella sua abitazione dopo un litigio

Ultimo atto per il pirogassificatore di Orsago: non si farà. Il sindaco Collot: "Siamo molto soddisfatti"

Col San Martino, ritorna domani il “Piva Junior Day”: allievi sui pedali per la 14esima edizione

Emergenza sanità e tanti anziani in balia di loro stessi, i sindacati lanciano l’allarme: "Problemi da discutere attentamente"

Conegliano, auto troppo veloci, si lamentano i residenti. Verrà autorizzata l'installazione di nuovi dossi

Cordignano, truffa dello specchietto con rapina, i carabinieri identificano e denunciano a piede libero il malvivente

Treviso, aumentano le aggressioni e le violenze al personale del servizio pubblico. Bernini: “Rispetto per chi lavora con serietà”

Treviso, Polstrada in forze sulla strada per controlli di prevenzione su conducenti di veicoli pesanti e guide in stato di ebbrezza

Miane, inaugurata “La porta sull’Unesco”: la prima dopo il riconoscimento delle colline di Conegliano e Valdobbiadene

Conegliano, tredici avversarie per l'Imoco Volley sulla strada del quarto scudetto della sua giovane storia

Conegliano, l'avvocato Danilo Riponti: "Patrimonio Unesco sì, ma si è dimenticato il mondo degli accademici italiani"

Agricoltura ecosostenibile e paesaggio

Orsago, la nuova biblioteca riscuote già successo. Si pensa di ampliare l'orario di apertura

12 anni la vita media delle imprese in Italia

Nuovo congedo di maternità dopo il parto

Refrontolo, c'è l'esigenza di una casa per le associazioni: si ampliano i magazzini comunali

Vittorio Veneto, le ragazze di Danza Frenesy guidate da Jessica De Bona ai vertici nazionali nella Synchro Freestyle Under 15

Sarmede, lunedì il funerale di Lorena Pizzol nella parrocchiale di Montaner, grande il cordoglio in paese

Caorle si tinge di rosso e dice no alla violenza contro le donne: spettacolo venerdì con la corsa della Silca Ultralite

Pieve di Soligo, restano in paese gli esami per la patente della moto. Il Comune è a sostegno delle autoscuole

Miliés di Segusino, domani ritorna “Calici sotto le stelle”: manifestazione benefica per il restauro della chiesetta di Maria Ausiliatrice

Preadolescenti tra virtù e disagi: Il Comune di Valdobbiadene riflette sui dati del questionario “Eccoci”

Farra di Soligo, aree Pip l'ex sindaco Giuseppe Nardi: "C'è qualcosa di strano in questa svolta improvvisa"

Vittorio Veneto, omicidio Vaj, la 24enne Angelica Cormaci si addossa le colpe: "Volevo proteggere mia madre"

Si è spento domenica scorsa a Saronno, a 94 anni, il comandante partigiano Paride Brunetti (nella foto). Nato a Gubbio nel 1916, militare di carriera, aveva partecipato alla campagna e alla ritirata di Russia e nel settembre del 1943 era entrato in contatto a Padova con i dirigenti antifascisti Concetto Marchesi ed Egidio Meneghetti per organizzare la Resistenza in Veneto.

Con il nome di battaglia “Bruno”, era diventato prima vicecomandante della brigata “Gramsci” nella zona di Feltre e poi comandante della piazza militare di Belluno. Fu coinvolto nella organizzazione della difesa delle formazioni partigiane durante il drammatico rastrellamento nazifascista del Monte Grappa, avvenuto tra il 20 e il 26 settembre 1944. Nell’ultima fase della Resistenza, tra il febbraio e l’aprile del 1945 era stato inviato nel Quartier del Piave per guidare la Brigata Mazzini, dopo la fucilazione del vecchio comandante Marino Zanella. 

Per la sua attività partigiana fu decorato dal generale americano Clark della “Bronze Star Medal”, una prestigiosa e limitata decorazione assegnata tra gli altri a Ferruccio Parri e a Raffaele Cadorna. Nel 1958, tuttavia, il Ministro della Difesa gli negò la promozione a colonnello perché era stato un partigiano combattente. Lasciato l’Esercito, si laureò in ingegneria e lavorò fino alla pensione per la Montedison. Si trasferì quindi a Saronno dove ricoprì il ruolo di Consigliere Comunale per il Partito Comunista. 

L’Anpi del Quartier del Piave e della Vallata esprime il suo cordoglio per la scomparsa del “comandante Bruno" che ha assunto la responsabilità di guidare la Resistenza nella nostra zona e di accompagnare la pedemontana trevigiana verso la Liberazione della primavera del 1945. 

(Fonte: Daniele Ceschin).

0
0
0
s2sdefault
beninformati title