varie navigare in internetIl 93% dei veneti si informa attraverso la Tv ma ormai anche internet riscuote sempre più 

successo, soprattutto fra i giovani.

 

Il rapporto fra il Veneto e l'informazione è il tema della ricerca che l'Istituto Demos ha svolto per conto del Consiglio regionale attraverso due distinte indagini. Obiettivo del primo sondaggio, svolto su un campione di 1500 persone, è stato quello di rilevare la frequenza e gli orientamenti nell'uso dei media. La seconda analisi, condotta dall'Osservatorio di Pavia, sui telegiornali nazionali di maggiore ascolto (Rai e Mediaset) ha avuto come obiettivo rilevare lo spazio riservato al Veneto in questi notiziari. 

 

I veneti, più o meno come il resto degli italiani, si informano dalla televisione che è al primo posto come principale fonte di informazione (93%), seguono la radio (63%) e i quotidiani (63%). Alla carta stampata si rivolgono soprattutto le classi centrali d'età e le persone con livello d'istruzione più alto. L'accesso abituale a internet per l'informazione riguarda ben il 

44% dei veneti, ma il numero degli infonauti cresce fra i più giovani, tra i quali l'utilizzo del web per informarsi pareggia quasi quello della televisione. La cronaca locale è al primo posto,nell'attenzione degli intervistati, e precede di cinque punti percentuali la cronaca 

nazionale (70% contro 65%).

 

Molto elevato risulta l'interesse per i temi economici, che nella graduatoria escono subito dopo la cronaca: anche in questo caso, spicca l'importanza assegnata alla dimensione locale (il 54%). Per quanto riguarda la politica, l'attenzione dei veneti si rivolge innanzi tutto alla politica che riguarda la propria città-comune-provincia (48%). Risulta rilevante, però la percentuale di coloro che dichiarano di informarsi sull'attività politica e istituzionale della Regione (48%).

 

Buona parte dei veneti utilizza più media locali. Il tg3 del Veneto rappresenta il punto di riferimento trasversale per eccellenza (76%). Al secondo posto, con percentuali estremamente rilevanti, emergono le televisioni locali (59%) e i quotidiani locali (58%). Segue a breve distanza la radio (44%). Per quanto riguarda la carta stampata, la grande maggioranza dei veneti legge, prevalentemente, giornali veneti, regionali o provinciali e il 54% consulta 'solo' quelli.

 

Il 46% dei veneti esprime la convinzione che gli italiani, attraverso i media nazionali, ricevano un'immagine del Veneto peggiore della 

realtà. Circa un terzo (34%) ritiene invece che gli italiani abbiano una percezione giusta, mentre una piccola quota (11%), pensa che l'immagine del Veneto risulti, nell'informazione nazionale, migliore della realtà.

 

La ricognizione condotta dall'Osservatorio di Pavia sulle notizie dedicate dai telegiornali nazionali (Rai e Mediaset) in prima serata alle regioni del Nord (agosto-novembre 2009) assegna al Veneto una posizione rilevante. Il Veneto, nei mesi considerati ,è la seconda regione del Nord, dopo la Lombardia, per numero di notizie dedicate dai telegiornali. Uno spazio alimentato, in settembre, dalla mostra del cinema di Venezia.

 

(Fonte: ANSA).

(Foto: it.wikipedia.org).

#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

BP CampagnaRelazione web