Zambon verso la revoca delle deleghe. I Popolari convocano conferenza stampa per la prossima settimana

Anche se per la piena ufficialità bisognerà aspettare l'inizio della prossima settimana, sembra che la spaccatura creatasi all'interno della maggioranza coneglianese sia sfociata nella revoca delle deleghe all'assessore Floriano Zambon, ipotesi da giorni al vaglio del sindaco Fabio Chies e che ora pare essersi concretizzata in un atto che inevitabilmente avrà ripercussioni sulla tenuta della giunta comunale.

La crisi era stata innescata dalla scelta dei consiglieri popolari di maggioranza Stefano Dugone e Francesco Polo di abbandonare l'aula al momento dell'approvazione della variazione di bilancio, durante il consiglio comunale dello scorso 21 novembre, facendo così mancare il numero legale e portando alla sospensione della seduta (qui l'articolo).

Da qui la richiesta, avanzata dagli altri gruppi di maggioranza a Chies, di togliere l'assessorato a Zambon, che rappresenta il gruppo dei Popolari nella giunta.

Decisione difficile, considerando anche la popolarità di cui gode l'ex sindaco in città, la cui lista alle scorse elezioni comunali ha ottenuto un 8% di voti, risultando determinante per la vittoria al primo turno della coalizione di centro-destra.

Tra i protagonisti della vicenda, al momento, c'è prudenza: se il primo cittadino ha scelto di non rilasciare dichiarazioni, probabilmente in attesa della piena ufficialità della notizia, Zambon dal canto suo fa sapere di non aver ricevuto ancora una comunicazione ufficiale, ma semplicemente una mail in cui si rende noto che è stato depositato un atto riguardante il suo assessorato.

In attesa di poter leggere l'atto, l'assessore lascia comunque trasparire molta amarezza per l'eventualità che la sua avventura politica nella giunta finisca in questo modo.

Da parte dei Popolari arrivano critiche riguardo il metodo con cui l'amministrazione ha deciso di procedere, con Dugone che parla di “mancanza di gentilezza umana” in merito alla scelta di comunicare la deposizione dell'atto senza specificarne il contenuto. Al di là dell'aspetto umano, il consigliere spinge la sua riflessione anche nel terreno politico: “In un momento storico in cui la politica di centro si trova in difficoltà, a Conegliano il centro sceglie di spaccarsi, con una decisione muscolare che non fa il bene della città”.

Il gruppo dei Popolari ha annunciato la convocazione di una conferenza stampa per la prossima settimana, probabilmente nella giornata di martedì, quando si avrà la piena ufficialità della notizia.

Al momento Dugone spiega che il suo gruppo “non è uscito dalla maggioranza” ma ha voluto esprimere un malessere causato dalle molte proposte avanzate e mai considerate. “L'amministrazione sta facendo fatica e noi abbiamo provato a uscire da questa situazione, ma non siamo stati ascoltati”, conclude il consigliere.

(Fonte: Fabio Zanchetta © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.