Conegliano, il 25esimo Premio Civilitas è dedicato alla bellezza del "Dare", per chi si impegna verso il prossimo

È dedicata alla bellezza la 25esima edizione del premio “Civilitas - Civiltà nella Comunità” presentato nei dettagli oggi venerdì da amministrazione comunale e associazione Dama Castellana. La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 30 novembre alle 16.00 nel rinnovato teatro Accademia.

Il Civilitas (inter)nazionale è andato al giovane cremonese Nicolò Govoni e alla sua organizzazione non governativa “Still i rise”, che opera a favore della dignità umana e per rialzare i più deboli, soprattutto nell'”hotspot” per migranti dell'isola greca di Samos.

Il premio “Paesaggio Ambiente e Architettura” va al territorio di Arquà Petrarca, cittadina dei Colli Euganei nel padovano. In occasione del quarto di secolo del premio verrà consegnato il riconoscimento speciale “Civilitas Top 25” a Vanni Oddera per le iniziative promosse in tante città italiane a favore della mototerapia.

Nel corso della cerimonia saranno premiate e presentate anche personalità locali che si sono distinte per la dedizione a favore della società civile. Gli attestati “alla memoria” sono andati all'avvocato coneglianese Dario Dall'Anese, all'ex assessore di San Pietro di Feletto Angelo Miraval, alla giovanissima Linda Sant, a cui è dedicato il gattile di Conegliano, e a Sandro Steffan che molto si è speso nella protezione civile.

Gli attestati “Bambini e giovani emergenti” vanno al gruppo della scuola d'infanzia “Monumento ai Caduti” di Guia di Valdobbiadene, alla breakdancer di Santa Lucia di Piave che ha battuto il bullismo Alessandra Cortesia e al gruppo giovani “Attiviamo la solidarietà” del Liceo Marconi di Conegliano.

Gli attestati “Civiltà nella comunità” sono stati assegnati a Salvatore Aldo Antonio Cantafio (Pieve di Soligo), Gigliola Casati de La Nostra Famiglia, Renato Da Ros (ex assessore di Mareno), Narciso De Rosso (Susegana), Roberto Pagliai (Gaiarine) e Stefano Sanzovo (Farra di Soligo).

Attraverso il Premio Civilitas - Civiltà nella Comunità, l’associazione Dama Castellana promuove e divulga brani di vita e storie di persone che a livello locale, nazionale e internazionale hanno dedicato la loro vita o svolto azioni che le hanno distinte per particolare dedizione e il loro impegno nell’aiutare il prossimo o nella realizzazione di azioni veramente uniche.

La bellezza del “dare” contraddistingue le storie di questa edizione e meritano di essere conosciute e diventare patrimonio di tutti. “Non è un premio alla bontà e neppure una sfilata di nomi - precisano gli organizzatori - ma il Civilitas, anno dopo anno, assume sempre più un segno concreto della presenza di donne e uomini fortemente impegnati perché il senso di comunità e l'impegno costante del donare non si smarriscano in un’arida indifferenza”.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Conegliano).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.