Conegliano, è mancato Antonio Soligon, professore e appassionato d'arte. Venerdì il funerale a Madonna delle Grazie

È morto Antonio “Toni” Soligon, aveva 68 anni. Conosciutissimo insegnante e appassionato d’arte, soprattutto locale, era stato colpito da qualche tempo da una grave malattia. Laureato in lettere aveva insegnato fino al settembre 2012 in diversi istituti dalle medie alle superiori, concludendo al Marco Fanno di Conegliano.

Soligon, nato a Santa Lucia di Piave nel dicembre 1950, era un grande esperto d'arte, autore di molte pubblicazioni di grande interesse e libri. Conosceva a fondo in particolare la città di Venezia, e teneva spesso conferenze e dibattiti di storia molto partecipati, per le istituzioni pubbliche e private, dove era molto richiesto per la sua competenza e professionalità. 

Membro del comitato scientifico della rivista “Storiadentro” di Conegliano, nel 2006 era stato insignito del Premio Cultura del Lions Club, e lo si ricorda molto attivo nel prendere parte alle più diverse iniziative culturali nella zona.

Oltre a collaborare anche per diverse riviste d’arte e giornali, era pure socio onorario dell’associazione “Amici di G. B. Cima” e dell’International Inner Wheel. Tra le sue pubblicazioni: “Chiese a San Fior: alla scoperta del patrimonio artistico”, nel 2002; e poi “Oratori, capitelli ed altri segni del Sacro, Comune di San Fior”, nel 2004, fino alle più recenti “Parrocchia di San Martino Vescovo di Visnà”, nel 2009 e “San Sebastiano nella Pieve di San Pietro di Feletto” nel 2013. Ma i suoi lavori editoriali sono stati davvero numerosi. 

Ad annunciarne con dolore la morte sono Laura con il figlio Adriano e i numerosi amici che aveva. Il funerale si terrà venerdì 13 settembre alle 15.30 nella chiesa parrocchiale di Madonna delle Grazie, e al termine la salma proseguirà per la cremazione. La famiglia ringrazia anticipatamente quanti parteciperanno al rito funebre.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione de L'Azione).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport