Conegliano, un male incurabile ha spento il sorriso di Tiziana Mancuso. Il marito: "Conquistava tutti con la sua bontà"

Colpita da un male incurabile da cinque anni Tiziana Mancuso, 44 anni, grande tifosa dell’Imoco, ha lottato sempre con il sorriso sulle labbra, conquistando chi la conosceva con la sua bontà e voglia di vivere.

Ha lasciato nel dolore più grande l'amata figlia Carlotta e il marito Marcello: "Eravamo insieme da una ventina d'anni, una coppia perfetta, ci completavamo a vicenda,  e quattro anni fa ci siamo sposati. La bontà e la sincerità che la contraddistinguevano erano uniche, era buonissima, amata da tutti quelli che la conoscevano - racconta commosso il marito - perchè era sempre positiva anche durante i lunghi anni di malattia. Poi dallo scorso mese di maggio tutto è precipitato e ci ha lasciato". 

Tiziana Mancuso era una bancaria molto conosciuta a Conegliano e a San Fior dove lavorava all'Intesa S.Paolo. "Nostra figlia le ha trasmesso la passione della pallavolo da quando giocava a San Vendemiano - ricorda ancora il marito - e Tiziana è diventata poi negli anni super tifosa dell'Imoco che seguiva sempre quando poteva, senza mai fare segreto del male che aveva ma sempre con parole di sollievo per gli altri".

Oltre al marito Marcello e alla figlia Carlotta, Tiziana Mancuso ha lasciato nella disperazione anche la mamma Bruna, i suoceri, il fratello e i nipoti oltre ai tanti amici e colleghi.

Domani, mercoledì 21 agosto, alle 19 nella chiesa parrocchiale di Madonna delle Grazie sarà recitato il rosario a suffragio, dove giovedì 22 agosto si terrà anche il rito funebre. Dopo la mesta funzione la salma proseguirà per la cremazione.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Onoranze funebri Roman).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport