Conegliano, dopo l’acqua “verde” della scorsa settimana è ancora a secco la rotatoria del Cavallino

È ancora "a secco" la rotatoria del Cavallino a Conegliano (nella foto), uno degli incroci più trafficati del territorio comunale, dopo che lo scorso fine settimana dalla base della scultura al centro del rondò aveva zampillato acqua di colore verde. Un'anomalia che aveva incuriosito molti cittadini, i quali si sono chiesti il motivo della singolare colorazione.

Mentre sui social si sprecavano le ironie, tra chi ipotizzava uno sversamento di verdiso, chi di menta e chi di altri prodotti caratterizzati dal colore verde, l'amministrazione e i tecnici comunali hanno eseguito delle rapide indagini dalle quali è emerso che l'acqua della rotonda del Cavallino è diventata verde a causa dello sversamento di una sostanza colorante nella vasca da circa due metri cubi da cui l'acqua sgorga e nella quale poi ritorna a ciclo continuo. Non si tratta quindi di acqua dell'acquedotto comunale.

Per riuscire a capire i motivi del temporaneo cambio di colore degli zampilli, lunedì i tecnici del Comune hanno interrotto la fuoriuscita di acqua dalla scultura interna alla rotatoria, che in passato aveva creato qualche problema ad esempio facendo fuoriuscire l'acqua dai "confini" dello spartitraffico. Con il passare del tempo, inoltre, l'acqua ha scolorito parte della scultura, un effetto che non è in alcun modo collegato alla colorazione verde dell'acqua. Il colorante sversato, a quanto pare da ignoti, non ha modificato la densità dell'acqua della scultura, né ha provocato danni alle cose o pericoli per la salute. Resta la curiosità di sapere quando il rondò tornerà ad essere bagnato dalla tradizionale acqua azzurra e chiara.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport