Conegliano, 10 defibrillatori in città per il sistema di cardioprotezione. Ulss, Comune e associazioni unite per la salute cittadina

Era già stato presentato lo scorso gennaio il progetto che vedeva l'installazione di circa 10 defibrillatori a Conegliano: un'iniziativa frutto di una collaborazione tra Comune, Ulss 2 Marca trevigiana, l'associazione "Amici del cuore", banca Mediolanum, i club Rotary, Soroptimist e Inner Wheel Conegliano-Vittorio Veneto, associazioni di volontariato e attività commerciali.

Un progetto di cardioprotezione per il quale questi defibrillatori saranno installati nei luoghi a più alta densità di persone in città, per ridurre le tempistiche di soccorso in caso di emergenza: un sistema per supportare la comunità anche nell'ambito della salute.

"Si tratta di un lavoro di mesi", ha sottolineato Sonia Colombari, assessore e referente del progetto. Parole a cui si sono aggiunte quelle del sindaco Fabio Chies, il quale ha dichiarato: "Un'opera sul territorio importante che consente il coinvolgimento di tutta la cittadinanza, in quanto è indispensabile avere i defibrillatori nei vari punti strategici della città".

"I minuti sono fondamentali nel soccorso - ha aggiunto il primo cittadino - e ringrazio per quanto fatto. Un grazie anche alle parrocchie che devono tornare ad avere un ruolo centrale nella comunità. Il progetto non deve fermarsi qui, in quanto è un esempio virtuoso che fa avvicinare le persone".

"Fin dall'inizio abbiamo creduto nell'iniziativa - ha fatto sapere Michelangelo Salemi, direttore degli ospedali di Conegliano e Vittorio Veneto - perché in qualsiasi momento, tramite l'utilizzo del cellulare, è possible sapere quali sono gli operatori presenti in zona. Ne sono già stati formati 30, per consentire che ci siano relazioni concrete con il paziente: fare la differenza significa far capire alle persone a chi devono rivolgersi, ripristinando quelle che sono le relazioni tra azienda sanitaria e pazienti. Questo è l'inizio di un progetto per il quale dobbiamo avere l'onestà di completarlo".

L'importanza della comunità e della formazione degli operatori sono i due aspetti su cui è stato maggiormente posto l'accento. L'iniziativa vedrà la propria concretezza giovedì 27 giugno quando, a partire dalle 9, saranno inaugurati i punti dei defibrillatori in varie zone della città, come la stazione ferroviaria, Campolongo e la Loggia del Municipio, per citarne alcuni.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Conegliano).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.
Maggiori informazioni Accetto