Maxi retata anti truffa: coinvolto anche imprenditore di Conegliano. Scoperte fatture false per 25 milioni di euro

Fatture false per un totale di 25 milioni di euro: questo il volume di una frode fiscale consumata nel giro di 8 anni, che ha visto coinvolte decine di imprenditori nell'evasione dell'Iva. Un'operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Padova che ha fatto cadere in scacco ben 12 persone, oltre a 45 indagati e 42 società coinvolte. Sarebbe stato coinvolto nella questione anche Pietro Papes, nato a Conegliano e residente nel Vicentino, amministratore di due aziende dal 2012 al 2017: con il suo ruolo avrebbe permesso ai direttori d'azienda Gianni Mingardo e Luigi Scudella - entrambi ai vertici di quella che era divenuta a tutti gli effetti un'associazione a delinquere e ora in carcere - di gestire in maniera illecita le sue società, ovvero la Dilan group srl e la Nylon srls.

Un'associazione a delinquere che faceva perno sulla società padovana MG Group srl del settore della prevenzione antinfortunistica che, con la complicità di altre realtà imprenditoriali, avrebbe emesso fatture false, evaso l'Iva e intascato soldi, poi riciclati su conti esteri nei Paesi dell'Est per l'acquisto di beni di lusso.

Fatture emesse per operazioni inesistenti con società complici, per incamerare l'Iva come utile: questo, in sostanza, l'obiettivo di una fitta rete di imprenditori e aziende. Implicata anche Silvia Marangon, amministratrice di una serie di società specializzate nell'emissione di fatture relative a operazioni inesistenti.

Sequestrati beni - tra cui una Ferrari - per quasi 9 milioni di euro. Un'operazione che ha visto ben 12 misure cautelari tra Veneto, Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Puglia, Campania, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia, per le accuse di associazione a delinquere, riciclaggio, autoriciclaggio e frode fiscale.

Misure restrittive minori, rispetto a Mingardo e Scudella, hanno coinvolto Raffaele Costa, Massimo De Silvestro, Dario Dozzi, Ra Sfriso, Pietro Papes, Silvia Marangon, Federica Pittarello, Monica Bison, Giovanni Giurietto, Simone Cardì - sarebbe l'unico trevigiano del gruppo -, Marco Minnucci.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport