Conegliano, riorganizzare le attività e una app di servizi. Le idee sulla città del neo presidente di Ascom Maurizio Gibin

Una riorganizzazione della attività commerciali in città e un'app dedicata ai servizi: pare avere le idee ben chiare il neopresidente di Ascom Conegliano Maurizio Gibin sul futuro della città del Cima. Gibin, infatti, ha fatto un'attenta analisi di quelle che sono le dinamiche del centro urbano, in seguito al recente annuncio della chiusura - dopo 40 anni di attività - di Margherita Mode (nella foto), storica attività nel settore dell'abbigliamento situata in via XX Settembre.

"In quel caso non avviene uno scambio generazionale - spiega Gibin - e so che la proprietaria avrebbe cercato di vendere l'attività, ma nessuno si sarebbe presentato. Uno dei motivi è la presenza di affitti troppo alti, che fanno sì che il conto economico dell'attività poi non torni all'imprenditore che investe. Teniamo presente, inoltre, come a livello nazionale l'ambito del commercio non stia andando affatto bene, mentre sta avendo inizio un periodo di recessione. In Italia tutti stanno soffrendo".

"Un altro aspetto da tenere bene in considerazione è un certo disordine in quella che è l'organizzazione cittadina delle attività. - prosegue il presidente di Ascom Conegliano - Nei centri commerciali c'è una direzione impegnata nel dislocare i negozi, accompagnandoli ai servizi, come potrebbero essere un dentista e la lavanderia, seppure i centri siano luoghi anonimi e meno belli dal punto di vista architettonico. Però in città, a differenza dei centri commerciali, mancano certe attività e ce ne sono troppe in una determinata categoria. Ci vogliono servizi e negozi più qualitativi rispetto a quelli dei centri commerciali. In sostanza, il centro storico dovrebbe riqualificarsi, anche perché l'atmosfera è migliore, l'utente si ritrova in un contesto naturale e non in quello artificiale di uno scatolotto".

Ma quali saranno allora le iniziative di Ascom Conegliano in questa direzione?  Maurizio Gibin, seppur da pochissimo entrato in carica, ha già svelato alcune delle sue intenzioni. "Io sono per la politica della condivisione, del dialogo e della sinergia su tutto e anche l'amministrazione vuole il rilancio del centro storico. - sottolinea  - Abbiamo già incontrato il Comune e lo faremo nuovamente per il Piano urbano del traffico".

"Inoltre, devo incontrare anche dei tecnici perché mi piacerebbe sviluppare un'app, per i coneglianesi e non solo. - svela il presidente di Ascom - Si tratta di un'applicazione per l'accesso ai servizi, con tutte le informazioni generali sulla città, come ad esempio il parcheggio, i musei aperti e la disponibilità di determinati prodotti. .Si tratterà di una sorta di 'market place', un mercato commerciale online. - ribadisce Gibin - Perché non è possibile combattere l'online, che è ormai così ben radicato, ma soltanto diventare attivi anche in quell'ambito".

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport