Conegliano, mostra del Prosecco di Ogliano pro Bellunese: raccolti più di 6 mila euro per l'Unione montana agordina

"L'unione fa la forza",  è il motto che ha contraddistinto la quinta edizione della mostra del Prosecco Superiore Rive di Ogliano, inaugurata lo scorso venerdì 12 aprile, e in programma fino alla giornata di domani, lunedì di Pasquetta, organizzata nella sede dell'ex scuola elementare in via Marcorà nella frazione coneglianese di Ogliano, che dalla propria posizione centrale domina sui vigneti del Conegliano-Valdobbiadene Docg.

Un'unione che è stata il tema fondante del pranzo di solidarietà allestito nella giornata di domenica 14 aprile, dove ben 200 partecipanti si sono dati appuntamento per dare il proprio contributo a favore del Bellunese.

Un territorio colpito lo scorso autunno dalla furia del maltempo, quest'ultimo implacabile nel lasciare dietro di sé i segni del proprio passaggio, ancora difficili da cancellare.

E proprio a favore di quei territori ancora feriti da quanto avvenuto, si è rivolto il pranzo denominato "Ogliano per il Bellunese",  dove sono stati raccolti circa 6.037, 10 euro da destinare all'Unione montana agordina, una realtà con sede nella stessa Agordo, che riunisce ben 16 Comuni della provincia di Belluno.

"Siamo veramente commossi e soddisfatti", hanno confessato sul web quanti hanno collaborato all'organizzazione dell'evento a scopo benefico. E sono proprio tanti coloro che, con il loro impegno, hanno testimoniato quella che è la forza di una comunità, capace di porsi al servizio degli altri nei momenti di maggiore difficoltà. Alpini, la Pro loco, la parrocchia, il Gruppo folkloristico e tutte le associazioni e realtà del paese si sono messe in rete, accendendo la macchina della solidarietà e sostenendo le spese del pranzo per poter destinare l'incasso netto all'Unione montana agordina.

Conegliano solidale Ogliano3

Incasso che contribuirà a dare respiro alle zone ferite dall'ormai nota e brusca precipitazione del 29 ottobre scorso, sovvenzionando le operazioni di recupero degli alberi caduti, la pulizia dei sentieri e la riparazione delle staccionate.

E proprio quell'emergenza ha suggerito l'idea di proporre un appuntamento simile durante la Mostra. "Dall'unione nascono le cose più belle. - ha dichiarato Paola Chies, presidente della Pro loco di Ogliano - e noi abbiamo deciso di non mettere i nomi delle associazioni, per dare un segnale che tutto il paese si è dato da fare, al fine di organizzare questa raccolta".

"In un precedente evento, - ha proseguito Paola Chies - un'associazione aveva destinato all'Unione montana agordina i fondi e ci è sembrata la soluzione migliore, perché è un ente sovra comunale che comprende 16 Comuni dell'Agordino, così da riservare un riguardo particolare a quelle amministrazioni 'meno mediatiche', le quali hanno ricevuto un numero minore di fondi rispetto alle realtà comunali di maggior impatto".

Un obiettivo - stando al risultato ottenuto - raggiunto, grazie non solo all'entusiasmo degli organizzatori, bensì anche alla sensibilità di quei 200 commensali, divenuti protagonisti di un vero e proprio progetto a scopo benefico.

Quanto avvenuto, pertanto, dimostra come la Mostra del Prosecco Superiore, - tradizionalmente intesa come occasione di aggregazione, promozione e diffusione della cultura enogastronomica del territorio locale, grazie alla partecipazione delle cantine e all'organizzazione di degustazioni e convegni in tema di viticoltura - sia in grado di divenire un'ottima occasione di condivisione di messaggi autentici di solidarietà.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport