Conegliano, si è spento ad 80 anni l'ex arbitro di calcio Vittorino Padovan: lunedì il funerale a Parè

Aveva iniziato la propria avventura come arbitro di calcio nel 1966 Vittorino Padovan (nella foto),  morto ieri, venerdì 12 aprile, a Conegliano, all'età di 80 anni. Dagli anni Sessanta non aveva mai abbandonato la passione per l'arbitraggio. Tutto era cominciato nel 1966, fischietto per la sezione di Treviso dell'Aia (Associazione Italiana Arbitri), l'unica esistente in tutta la provincia.

Tra i fondatori nel 1973 della sezione di Conegliano dell'Aia stessa, a partire dal 1978 si era cimentato nel ruolo di osservatore arbitrale, un'esperienza poi vissuta in serie C a partire dal 1979 fino al 1994, anno in cui era ritornato nella realtà sezionale.

Dall'Aia viene ricordato come una persona attiva nel suo ruolo, sempre presente ad attività e raduni della sezione. Un impegno riconosciuto in diverse occasioni: nel 2008, infatti, gli era stato conferito un Premio alla carriera, mentre nel 2016 aveva ricevuto la nomina di "arbitro benemerito".

Vittorino Padovan lascia nel proprio dolore la moglie Lidia, i figli Alessandro e Andrea, il nipote Vittorio, i parenti e gli amici. Lunedì 15 aprile alle 15 sarà celebrato il funerale nella chiesa parrocchiale Beata Vergine Maria di Fatima a Paré di Conegliano, mentre il rosario verrà recitato domani, domenica 14 aprile, alle 19 nella stessa chiesa. In seguito alla funzione, la salma proseguirà per la cremazione.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: www.lememorie.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport