Conegliano, ufficio postale di via Cadore nel mirino: scassinata la cassaforte, bottino di migliaia di euro. Indagano i carabinieri

"Chiuso per evento criminoso": è questo il testo che recitava da un cartello appeso fuori dalle Poste di via Cadore a Conegliano questa mattina, lunedì 18 marzo. Un'amara scoperta quella fatta  dai dipendenti degli uffici postali, i quali al momento dell'apertura hanno immediatamente allertato i Carabinieri di Conegliano.

Secondo una prima ricostruzione, il furto sarebbe avvenuto presumibilmente nella notte tra ieri, domenica 17 marzo, e oggi: i ladri - sono in corso le indagini dei Carabinieri per accertare se si tratta di una banda specializzata oppure no - si sarebbero introdotti dal retro, forzando una porta. Successivamente avrebbero praticato un foro su una parete interna delle Poste, riuscendo a mettere a segno il furto: con un flessibile hanno scardinato e forzato la cassaforte, rubando del denaro contante.

 DSC9375

Al momento non è ancora possibile sapere a quanto ammonta il bottino complessivo, dato che sarebbero ancora in corso gli accertamenti da parte degli uffici postali, del contante trafugato: ma si tratterebbe di parecchie migliaia di euro, almeno 25mila secondo una prima stima. Come fanno sapere le Forze dell'ordine, ci vorranno ulteriori indacini per capire la composizione e il tipo di banda entrata in azione nelle poste coneglianesi. Ma si tratterebbe di professionisti.

Un episodio che avviene a circa un mese di distanza da quel finto allarme bomba, segnalato da un post it lasciato sul parabrezza di una macchina nelle vicinanze di via Cadore verso le 15 dello scorso 20 febbraio: il foglietto avvertiva della presenza di un pacco bomba all'interno dei locali postali, allarme rivelatosi poi completamente infondato. Subito si erano recati sul posto Carabinieri e agenti della Polizia di Stato, evacuando la zona e gli interni delle Poste per circa due ore, prima di dare il via libera per il ripristino delle attività. Per la seconda volta, nel giro di un mese, le Poste di via Cadore si ritrovano dunque al centro della cronaca.

 DSC9380


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport