Conegliano, il caso del cinema Méliès: ancora nessuna novità in vista per la riapertura

Ancora nessuna novità in vista per il cinema Méliès di Conegliano, il multisala di via Giacomo Matteotti chiuso dallo scorso martedì 22 gennaio: a confermare la mancanza, almeno per il momento, di novità o soluzioni al problema è lo stesso sindaco Fabio Chies.

Si trascina, quindi, la situazione del multisala che aveva improvvisamente chiuso i battenti per "manutenzione straordinaria", anche se in realtà dietro a questa decisione si nascondeva la messa all'asta dei beni interni del cinema, ancora di proprietà della Lampostil srl Cinema & Film, società fallita il 31 gennaio del 2018, prima dell'arrivo del Cinema Melies srls nella gestione dell'attività.

Un'asta con una base di partenza di 400 mila euro, svoltasi e conclusasi con un nulla di fatto lo scorso 11 febbraio: lo stesso patron del cinema e del teatro accademia Giorgio Fabris aveva partecipato all'appuntamento, perdendo l'occasione di riscattare almeno una parte del mobilio e delle attrezzature, a causa di un'offerta avanzata non secondo le regole previste dal regolamento.

A più di un mese da quell'asta fallita, ancora si attende che una nuova data venga fissata, nonostante tante parole siano state spese sia tra le fila della maggioranza che tra quelle della minoranza per il recupero di un'attrazione fondamentale per la città.

Preoccupazioni erano state espresse anche dagli abbonati e dai dipendenti, incerti su quello che sarà il proprio futuro lavorativo.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpenws.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport