Ruba e aggredisce il vigilante al Despar di Conegliano, senegalese arrestato dagli agenti del Commissariato

Arrestato per rapina e lesioni personali dopo aver rubato all'interno del supermercato Despar di via Cavour, e malmenato anche l'addetto della sicurezza che è riuscito a trattenerlo fino all'arrivo di una volante del Commissariato.  In manette C.M.L., 25 anni, senegalese.  L'intervento, nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio, personale della Squadra Volante del Commissariato di Conegliano (nella foto), è avvenuto ieri nel tardo pomeriggio, poco dopo le 18 quando è arrivata la chiamata al 113.

In pochi istanti la pattuglia presso il supermercato. La Volante sul posto ha subito accertato che un addetto alla sicurezza era stato vittima di un’aggressione posta in essere da un cittadino africano. Quest’ultimo rintracciato sul posto ed identificato per C.M.L., residente in provincia di Treviso, in regola con la normativa sul soggiorno, e già autore di precedenti reati contro il patrimonio, è stato arrestato per il reato di rapina e lesioni personali.

E' emerso che poco prima dell’intervento si era appropriato dagli scaffali, nascondendoli sotto il proprio giubbotto, di diversi prodotti per un valore di 50 euro circa, cercando poi di guadagnare sveltamente l’uscita. A seguito del controllo dell’addetto alla vigilanza ne è scaturita un’aggressione fisica. L'africano, con calci e pugni, ha colpito ripetutamente il vigilante, scaraventandolo anche contro una vetrina del supermercato, mandandola in frantumi.

L’addetto alla sicurezza comunque riusciva a chiedere aiuto e trattenere il fuggitivo lo stretto necessario per consentire l’immediato intervento degli operatori di polizia che lo hanno immobilizzato e proceduto subito all'arresto. L’addetto alla sicurezza ha riportato delle ferite lievi guaribili in cinque giorni, mentre l'aggressore è stato accompagnato questa mattina davanti al Tribunale di Treviso che ne ha convalidato l’arresto.

(Fonte e foto: Questura di Treviso).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport