Conegliano, sit-in a Campidui degli animalisti contro il circo: "Vogliamo liberi gli animali"

Tempi sempre duri per i circhi che arrivano nella Sinistra Piave. Il circo di Armando Orfei è arrivato nella zona di Campidui a Conegliano, dove rimarrà in pianta stabile fino al 4 marzo, ma non tutti sono stati felici della notizia: è il caso di Enpa e Oipa Treviso, due realtà che operano contro l'abbandono degli animali, protagoniste di un sit-in quest'oggi, sabato 23 febbraio, e domani, domenica 24 febbraio, in quell'area. 

Nel corso di queste due giornate i volontari si sono organizzati in due turni di sit-in pacifico, prima dalle 15.15 alle 16.15 e poi dalle 17.45 alle 18.45, per trasmettere il loro messaggio, ovvero "Basta al circo con animali". 

"Si tratta di un sit-in pacifico - spiega Paolo Mumolo di Enpa Treviso - dove spieghiamo con una cartellonistica il nostro pensiero: non condanniamo l'attività circense, ma la vorremmo senza animali".  

"Nel circo si trovano animali selvatici sottoposti a un addestramento duro e i bambini assistono a spettacoli con animali in cattività. - prosegue il volontario - Speriamo che il Comune si renda conto di tutto ciò, perché avere dei circhi senza animali selvatici sottoposti a un simile stile di vita è, secondo noi, un gesto di modernità e di civiltà". 

Non sarebbe la prima volta che Enpa Treviso affronta questioni simili a questa, affrontando direttamente gli artisti circensi, come spiega lo stesso Mumolo: "In altre occasioni del passato abbiamo avuto l'opportunità di affrontare il discorso direttamente con i titolari dei circhi ed è risultato come ci troviamo in due posizioni completamente differenti". 

"Il fatto di manifestare insieme a Oipa sarà sicuramente un modo per fare fronte comune", aggiunge il volontario di Enpa Treviso.

Visualizza le altre foto


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport