Conegliano, il sindaco Chies sul cinema Méliès: "Speriamo che qualcuno compri la prossima volta"

"Speriamo che qualcuno compri la prossima volta", è stato il commento del sindaco di Conegliano Fabio Chies in merito all'asta di ieri, lunedì 11 febbraio, degli arredamenti del cinema Méliès di Conegliano (nella foto) che non ha visto nessun acquirente aggiudicarsi i 158 lotti in palio.

L'unica offerta pervenuta allo studio del curatore fallimentare Marco Crisanti è stata quella di Giorgio Fabris, patron del multisala e del Teatro Accademia. Un'offerta, però, rigettata in quanto non rispettava le modalità previste dal regolamento. Si dovrà, quindi, attendere una nuova data per quest'asta tanto attesa, decisiva per il futuro del multisala. Gli arredi interni, infatti, risultano essere di proprietà della Lampostil srl, società responsabile della gestione del cinema prima del Cinema Melies srls e fallita il 31 gennaio 2018.

Sulla vicenda si è espresso anche l'assessore con delega alle Attività produttive Sonia Colombari: "Noi come amministrazione auspichiamo che tutto si risolva per il bene della città". "Dobbiamo vedere cosa succede e speriamo in un aggiornamento. - ha proseguito Colombari - Un aggiornamento con esito positivo, che è il risultato voluto da noi tutti".

La chiusura del cinema era avvenuta lo scorso 22 gennaio: il multisala aveva imputato a una "manutenzione straordinaria" la necessità di chiudere i battenti, con la promessa di riaprire il prima possibile. Annuncio che fin da subito non aveva convinto soprattutto i numerosi abbonati, ancora in attesa di una risposta dal multisala in merito ai rimborsi richiesti.

Una situazione quella del Méliès che sta tenendo tutti con il fiato sospeso: bisognerà attendere la decisione del curatore fallimentare e del giudice per poter parlare di una seconda asta e capire quello che sarà il futuro del cinema.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern