Colle Umberto, al campo sportivo la "partita" dell'addio a Renato Sommariva: "Il ricordo rimanga verde come questa erba"

In centinaia sono accorsi per l’ultimo saluto, inedito e coinvolgente, a tratti molto commovente, organizzato nel campo sportivo Ottavio Bottecchia questa mattina alle ore 10, di Renato Sommariva, il caposquadra della Vf Impianti morto per un attacco cardiaco a Pistrino (Perugia) giusto una settimana fa. Il campo sportivo, dopo la famiglia e il lavoro, era la sua seconda casa, dove arrivava quando aveva tempo libero, per seguire la squadra, collaborare nelle attività logistiche della società.

Un vuoto incolmabile Renato Sommariva lo ha lasciato un po’ in tutti: lo hanno sottolineato il sindaco Sebastiano Coletti dicendo che però il suo ricordo deve rimanere verde come l'erba del campo, l’ex sindaco Edoardo Scarpis, la società del San MartinoColle, i titolari della Vf Impianti e Dimensione Elettrica, i colleghi, nei loro interventi davanti all’urna contenente le sue ceneri e ad una gigantografia della foto.

Colle umberto funerale sommariva renato

Attorno alla famiglia, la moglie Monica, i figli Rudy e Tatiana, la nipotina, si sono stretti davvero in tanti: i colleghi con la divisa di lavoro, i dirigenti e calciatori della società, decine e decine di amici, centinaia di conoscenti.

Il tutto intervallato dalle canzoni dei Nomadi, il complesso che adorava e che qualche anno fa era riuscito a portare a Colle Umberto, un clamoroso concerto con quasi cinquemila persone. Alla fine, poiché era anche alpino, la canzone "Signore delle Cime" ha accompagnato l’urna con le ceneri verso il cimitero di San Martino di Colle Umberto dove riposerà.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport