Esperienza e forza innovatrice, Progetto comune ripropone una squadra rinnovata con Sebastiano Coletti

Progetto comune e il gruppo di cittadini attivi da molto tempo sul territorio, che cinque anni fa avevano dato vita alla compagine vincente, hanno deciso di riproporsi per un nuovo mandato affidando a Sebastiano Coletti il compito di guidarli e candidarsi soprattutto alla guida amministrativa del comune. Nello stesso tempo Coletti, fortissimo assertore del lavoro di squadra si affida al gruppo che ha deciso di mettersi in gioco con il giovane avvocato, e già vicesindaco della giunta uscente.  

Sono convinto dell’importanza del dare ascolto alle opinioni di tutti per decidere e del lavoro di squadra per raggiungere gli obiettivi -  afferma Coletti -. Mi ripresento alle elezioni comunali con lo stesso spirito di servizio di cinque anni fa, forte dell’esperienza amministrativa maturata nel corso del mandato e con il supporto di un rinnovato gruppo che condivide e crede profondamente negli ideali e nei principi di onestà, lealtà, partecipazione, trasparenza, condivisione e concretezza, uniti ai valori della tutela del territorio e del rispetto per il prossimo”.  In Progetto Comune dunque - secondo il candidato sindaco - si fondono esperienza e forza innovatrice, "persone che la cittadinanza ha conosciuto negli ultimi anni e volti nuovi, in grado di portare nuove idee e competenze in una continua apertura agli stimoli provenienti dai cittadini".

Con lui ci sono allora Giovanni Fadelli chimico, pensionato, Nicola Dam 27 anni enologo, impiegato commerciale, Paola Pavan 47 anni, farmacista , Egidio Amadio 68 anni, ingegnere, ex dirigente di azienda, pensionato, Rossella Santantonio 38 anni, laureata in economia e commercio, Simone Sant 27 anni, operatore nel settore socio-educativo, Alessandra Covre 32 anni, operatrice nel settore socio-educativo, Fabio Forner, 36 anni, ingegnere elettronico, Laura Pizzol 49 anni, insegnante di economia aziendale, Enrico Armellin, 33 anni, impiegato amministrativo, Massimo Camerin, 52 anni, imprenditore settore metalmeccanico, Loretta Zambon, 50 anni, operaia nel settore del legno.

Le linee guida del programma sono quelle di stimolare le relazioni tra i cittadini, le realtà associative ed informali del territorio: "E' stato e sarà ancora uno dei nostri obiettivi principali. Il saper ascoltare le esigenze della comunità è fondamentale per poter arrivare a scelte condivise e che possano portare a soddisfare le reali esigenze della cittadinanza, anche con eventuali nuove opere - afferma Coletti -. Se vogliamo un paese vivo dobbiamo mettere associazioni e volontari nelle migliori condizioni di potersi esprimere e portare avanti le proprie iniziative. Abbiamo la fortuna di vivere un bellissimo territorio, ma per mantenerlo tale e renderlo sempre più fruibile dobbiamo continuare con una costante manutenzione e messa in sicurezza delle reti viarie" Sul piatto ci sono progetti già approvati come gli incroci di via Kennedy e via Garibaldi e quello di via Bottecchia-via Boschetta, ma anche una implementazione dei percorsi turistici e delle ciclabili esistenti, con la creazione di un sistema integrato intercomunale. "Proseguiremo con il rinnovamento della rete di illuminazione - annuncia Sebastiano Coletti - pubblica con attenzione al rapporto efficienza e basso consumo, potenziando contestualmente il sistema di videosorveglianza da poco installato nel territorio".

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Progetto Comune Colle Umberto).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport