Cinzia Uliana ritorna con Lega a Colle Umberto: "Ancora da soli, ma con ben altre prospettive e valori rispetto al passato"

A Colle Umberto il centro destra e Lega vanno alle urne ancora una volta divisi. Cinzia Uliana candidata sindaco con la lista che porta il suo nome, supportata dalla Lega, non ha dubbi nella spiegazione: “La scelta di andare da soli, come è stato cinque anni fa quando avevamo ben altre percentuali di gradimento – dice – è dettata dal fatto che oggi come allora qui non c’erano i presupposti per fare una coalizione e andare insieme davanti ai cittadini di Colle Umberto”. Con tutti i rischi che la scelta comporta.

Tuttavia questa volta con una lista considerata piuttosto forte, con nomi di un certo livello che esprimono tutte le sensibilità in ogni campo del comune. Soprattutto con una linea diretta con Treviso, Venezia e Roma, a dirla tutta. “Abbiamo scelto persone che comunque rappresentano tutto il territorio – conferma Cinzia Uliana- perché provengono dal territorio, e sono attive, giovanissimi, imprenditori commerciali e agricoli, gente che opera nel pubblico e nel sociale. Tutte persone che si sono date da fare per il nostro comune”. Ma soprattutto che a parte la candidata Cinzia Uliana, Zanette e Coletti ex assessore e vicesindaco e consigliere, sono tutte persone e cittadini nuovi, e che si sono avvicinati per la prima volta all’impegno politico. Nella lista a supporto ci sono dunque Gianni Lavina, Tiziano Zanette, Monica Nerini, Aldo Coletti, Marco Tarzariol, Roberto Savian, Claudia Moret, Marco De Poi, Claudio Tardivo, Ida Sonego, Angela Pavan, Oreste Scotton. Saranno presentati mercoledì 15 maggio nella sala San Lawrenz. 

“Se questa volta ce la faremo, c’è la seria possibilità di avere un filo governativo non indifferente – spiega Cinzia Uliana -, e questo  ci differenza in positivo per cercare di avere sbloccati più fondi e più progetti intercomunali, come quelli per una viabilità complessiva migliore. Colle ne ha bisogno, va tutto rivisto. Come il recupero maggiore della salvaguardia delle tradizioni, è importante anche per noi dare un occhio incentivante alla cultura, e alla serenità, di vivere in un ambiente sicuro e finalizzato alla solidarietà e attenzione alle fasce più deboli, anziani e bambini. Ma altrettanto importante il recupero di valori per una società che li sta perdendo, dal rispetto alla lealtà. Ci sono molte cose da fare certamente, c’è tanto da fare come nel turismo, dove mancano strutture e situazioni per incentivarlo”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Cinzia Uliana sindaco).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport