Colle Umberto, inaugurato un bassorilievo in ricordo del campione Ottavio Bottecchia a San Martino

Un bassorilievo in rame (nella foto), un’opera artistico-artigianale per ricordare la gloria locale del paese e campione di ciclismo,  Ottavio Bottecchia, tra l’altro loro prozio. E’ esposta al bar-trattoria “Al vecio ritrovo”, gestito da Paolo e Carlo Zarpellon.

Proprio a Carlo è maturata l’idea qualche mese fa, e armato di cesello, con la collaborazione di altri amici, tra cui Gino Sommariva per le saldature, ha eseguito la raffigurazione classica del ciclista in una lastra di rame, sul disegno del professor Marcello Cremonese.

La scritta con il nome è invece stata realizzata con dei rocchetti e vecchie catene di biciclette saldati sul bassorilievo, mentre una ruota di bici senza tubolare apposta in alto indica chiaramente lo sport del grande campione, primo italiano a vincere il Tour de France, nel 1924, e fare il bis l’anno successivo.

L’opera è stata scoperta sabato mattina sulla parete all’ingresso del Vecio Ritrovo ed è stata inaugurata dal sindaco Edoardo Scarpis e benedetta dal parroco don Arnaldo Zambenedetti, alla presenza dei parenti più prossimi del campione.

Tutti coloro che varcheranno la soglia del locale non potranno ammirarla con la sensazione di trovarsi a tu per tu con Ottavio Bottecchia.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport