Colle Umberto, tutela degli animali e sicurezza stradale: due interrogazioni di Ezio Marani del M5S

Si terrà questa sera, mercoledì 14 giugno, alle ore 20.30, il consiglio comunale di Colle Umberto, nella sala consiliare del municipio. Sono ben 13 i punti all’ordine del giorno, che riguardano, oltre a eventuali comunicazioni del sindaco e approvazioni di carattere economico, anche l’adozione del regolamento di polizia rurale, l’approvazione delle modifiche al regolamento per il funzionamento del consiglio comunale, l’approvazione dell’accordo con Telecom Italia Spa per la concessione dei diritti di uso di infrastrutture, l’approvazione delle “modifiche verdi” al piano degli interventi per la riclassificazione di aree edificabili di cui si parlava durante la riunione del consiglio comunale del 18 maggio, la discussione sulla convenzione tra il Comune e Vodafone Italia Spa per il mantenimento di apparati di telecomunicazione sui terreni di proprietà comunale, l’individuazione degli organi collegiali ritenuti indispensabili per i fini istituzionali dell’ente e, per finire, la discussione di due interrogazioni presentate dal consigliere Ezio Marani del Movimento 5 Stelle.

La prima interrogazione è stata presentata lo scorso 5 maggio e riguarda gli interventi di messa in sicurezza dei parapetti stradali presenti lungo la pista ciclabile di via Roma e lungo il canale Emanuele Filiberto in zona borgo Faliero (nella foto sotto).  Il consigliere Marani fa presente infatti che “alcuni tratti di staccionata sono assenti, inservibili o notevolmente usurati dagli agenti atmosferici” e pertanto chiede quali interventi saranno intrapresi per permettere di delineare la careggiata e di mettere in sicurezza chi circola dalla possibile caduta nei fossi o nei canali.

L’ultima interrogazione invece è stata presentata lo scorso 22 maggio e riguarda la “tutela degli animali d’affezione e prevenzione dal randagismo”. Ezio Marani fa presente che non ci sono strutture di ricovero per i cani ma che c’è in atto una convenzione con l’ex Ulss 7 che riguarda la custodia dei cani randagi; inoltre rileva che è vietato per legge l’utilizzo della catena o strumento di contenzione simile per gli animali d’affezione. Chiede quindi se viene svolta una campagna di informazione e controllo sulla detenzione come previsto per legge, quanti siano i cani ospitati nella struttura convenzionata con Colle Umberto, se il Comune è tempestivamente avvisato nel caso di cattura di cani vaganti senza microchip, quali iniziative si intendono fare per incentivare l’adozione di cani, riducendo così i costi, e quante sanzioni sono state emesse per la detenzione illegale, tramite catena o altro strumento coercitivo, dei cani.

Colle Umberto parapetti stradali

(Fonte: Francesca Rusalen © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport