Marani (M5S) punta il dito contro le polveri sottili: Colle Umberto si piazza tra Conegliano e Treviso

A Colle Umberto, nelle recenti raccolte dati dell’Arpav, è stata rilevata nell’aria una concentrazione di polveri sottili intermedia tra quelle rilevate nei grandi centri abitati di Conegliano e Treviso. E’ il consigliere comunale Ezio Marani, in quota Movimento 5 Stelle, a porre l’attenzione sulla relazione tecnica della campagna di monitoraggio della qualità dell’aria portata avanti dall’Arpav nei mesi di marzo-aprile e settembre-ottobre del 2016.

I dati mostrano per Colle Umberto una concentrazione media giornaliera pari a 24 microgrammi per metro cubo, nello stesso periodo il dato medio per Conegliano è pari a 21 microgrammi per metro cubo mentre a Treviso si hanno di media, sempre sullo stesso periodo, 28 microgrammi per metro cubo.

“Le campagne si sono svolte non proprio nei periodi più inquinati dell’anno – ha osservato Marani – I risultati per quanto riguarda i valori medi di Pm10 pongono Colle Umberto nel mezzo tra Conegliano e Treviso, non proprio due città esenti da inquinamento atmosferico. E la stazione era in un posto relativamente lontano da abitazioni e parecchio lontano dalle principali arterie stradali del Comune, altrimenti forse le medie sarebbero state superiori e più preoccupanti”.

Il Pm10 è di fatto particolato molto sottile disperso nell’aria ed è ritenuto dagli esperti un problema per la salute. Le principali fonti di queste particelle sono i processi di combustione come quelli che si verificano nei motori a scoppio, negli impianti di riscaldamento, negli inceneritori e in molte lavorazioni industriali.

Clicca qui per scaricare il rapporto completo dell'Arpav


(Fonte: Alberto Della Giustina © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport