Nuovo capogruppo alle Penne Nere di Tovena: Rino Carpenè succede a Mario Magagnin

Con il mese di febbraio è arrivato un cambio al vertice del Gruppo alpini di Tovena. I custodi della leggendaria “strada dei 100 giorni” hanno eletto Rino Carpené (nelle foto) come capogruppo. Il 55enne succede a Mario Magagnin che è rimasto alla guida del gruppo per 26 anni a più riprese dopo esserne stato uno dei fondatori nel 1971, nel prestigioso ed impegnativo incarico.

Rino Carpené artigiano termoidraulico, titolare di Siai Tecnology srl, dal 2017 ricopre la carica di presidente della Cna mandamentale di Vittorio Veneto. Responsabile del Reparto Salmerie della sezione Ana di Vittorio Veneto ha svolto il servizio militare nel 1983 nel Battaglione Val Tagliamento, Caserma Del Din di Tolmezzo in provincia di Udine.

Nel 1989 è stato richiamato per l’operazione “Scarabeo”, un’esperienza intensa da mortaista, che lo ha coinvolto e appagato ancor più dell’anno di “Naja”. Il Gruppo Alpini di Tovena conta 67 iscritti di cui 10 sono “amici degli alpini”.

carpe salmerie valmareno

Cosa lo aspetta? Dopo un 2018 straordinario, che ha visto gli alpini marciare sulle gallerie del San boldo per l’adunata della Sezione di Vittorio veneto, il 2019 non sarà da meno. Dalla sede con Museo al passo del San Boldo, alla strada dei 100 giorni, tutte realtà da consolidare e valorizzare. Il 2019 porterà in dote il Giro d’Italia al Passo del San Boldo.

“Il 31 maggio gli occhi di tutti gli appassionati di ciclismo saranno sul San Boldo e come alpini di Tovena vedremo di farci trovare pronti per dare il nostro contributo alla buona riuscita dell’evento”
 .Questo il suo commento. Del resto i suoi alpini la” Strada dei 100 giorni” la amano profondamente e come al solito anche il 31 maggio diranno “presente!”.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook Reparto Salmerie).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport