Amministrative, Cristina Da Soller esce allo scoperto: annunciata la candidatura a sindaco di Cison di Valmarino

Maggio 2019 porterà in dote in molti comuni dell’Alta Marca Trevigiana le consultazioni amministrative, un appuntamento molto atteso e sentito dalla gente che all’elezione del sindaco ci tiene parecchio. Nel ridente borgo di Cison di Valmarino, governato da 25 anni dal binomio Cristina Pin e Gildo Salton che negli anni si sono scambiati il ruolo di sindaco e vicesindaco, l’elezione 2019 si preannuncia particolarmente avvincente.

Dopo tanti “rumors” e tante indiscrezioni, arriva la prima candidatura ufficiale. Si tratta di Cristina Da Soller (nella foto), 37enne avvocato con un’esperienza di assessore al turismo nel quinquennio 2009-2014, durante il secondo mandato amministrativo del sindaco Pin.

E’ lei stessa a spiegare le motivazioni che l’hanno spinta a candidarsi: “La passione, l’esperienza maturata e l’amore per il territorio sono alla base della mia scelta, così è nata l’idea di una lista che sarà civica per una semplice questione di priorità. Mi spiego meglio; nei piccoli comuni c’è bisogno di gente con la passione per il territorio e con la voglia di dedicare il proprio tempo alla collettività: queste caratteristiche non le da una tessera ma il radicamento nel paese”.

La domanda è inevitabile e riguarda l’attuale amministrazione della quale in passato la stessa Da Soller aveva fatto parte. Sarà un lista in contrapposizione?: “Non in contrapposizione ma oltre - spiega la Da Soller, che poi prosegue - per cinque anni ho fatto parte di quella compagine e quello che hanno fatto in 25 anni è sotto gli occhi di tutti, ma ora è giunto il momento di un approccio diverso; bisogna superare meccanismi consolidati che necessitano di punti di vista diversi e dell’apporto anche di persone che in questi anni sono rimaste ai margini del progetto. Per questo mi sono rivolta a figure che hanno maturato esperienze non solo nel mondo del volontariato ma anche della politica e poi ai giovani, perché della loro esuberanza e spregiudicatezza c’è estremo bisogno”.

L’ultima domanda è squisitamente politica, un apparentamento con la Lega è possibile? La risposta è sibillina: “Ne stiamo discutendo, vedremo”.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport