Cison è la nona Bandiera arancione del Touring Club in Veneto. "Premiati gli sforzi di tanti anni"

Alla fine gli sforzi per dare uno sviluppo turistico al borgo di Cison di Valmarino sono stati premiati. E’ di oggi la notizia che è stata assegnata la nona “Bandiera arancione” del Touring Club in Veneto. Ad aggiudicarsela è il Comune di Cison di Valmarino, che fa così salire a tre i Comuni “arancioni” in provincia di Treviso.

Grossa la soddisfazione della giunta cisonese, per un riconoscimento che va ad aggiungersi alla certificazione già ottenuta da “I borghi più belli d’Italia”. Il sindaco Cristina Pin esterna così lo stato d’animo generato dalla bella notizia: “Oggi l’ufficio centrale di Milano ha risposto positivamente alla nostra richiesta. I tecnici del Touring Club hanno condotto in questi mesi un’attenta analisi storico-ambientale e culturale, ma anche enogastronomica, del territorio".

"La bandiera arancione, oltre ad essere un prestigioso riconoscimento – ha detto il primo cittadino - va a rafforzare l’aspetto turistico, dà un’ulteriore spinta all’economia locale e premia gli sforzi di tanti anni volti al miglioramento e alla valorizzazione del nostro borgo, ricco di numerosi elementi storico-culturali e che da marzo vedrà anche l’attivazione di un efficace servizio di informazioni turistiche, grazie all’apertura del nuovo ufficio alle Case Marian”.

Il sindaco poi sposta il ragionamento sul grosso lavoro che è stato fatto con diverse iniziative volte alla valorizzazione, promozione e tutela del borgo: “La notizia di oggi – prosegue il sindaco – ci permetterà di continuare a lavorare al rafforzamento del turismo esperienziale, legato alle bellezze paesaggistiche della nostra fascia prealpina, all’architettura del borgo e ai prodotti tipici locali”.

Ma che requisito deve possedere un borgo per ottenere la prestigiosa bandiera arancione? I borghi, per poter sperare di passare la severa selezione del Touring Club Italiano, devono essere rigorosamente situati nell’entroterra, avere meno di 15 mila abitanti e più in generale, risultare località “a misura d’uomo”, distinguendosi per un’offerta turistica di eccellenza, un’accoglienza di qualità e capacità di offrire al viaggiatore determinati standard qualitativi, come il rispetto della sostenibilità ambientale, della tutela del territorio, del patrimonio artistico-culturale.

Degli oltre duemila Comuni che hanno avanzato la loro candidatura in questi 20 anni, soltanto l’8% hanno ottenuto la prestigiosa bandiera. Giustificata dunque la grande soddisfazione del sindaco Pin per questo ambito riconoscimento.

“Un successo importante che testimonia la bontà del lavoro di squadra effettuato da assessori, consiglieri e anche dagli uffici comunali, in particolare nella persona di Elena Gazzarin. Tutti abbiamo operato in stretta sinergia, con ampia condivisione di obiettivi e intenti".

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport