Una giornata sicuramente istruttiva, ma molto diversa dal solito, quella che hanno trascorso oggi gli alunni delle elementari "Egidio Dall’Oglio" di Cison di Valmarino. Il torrente Rujo, con il suo habitat di flora e fauna si è trasformato nel luogo ideale dove gli scolari hanno potuto vivere a contatto con la natura, imparando a conoscere le meraviglie di una località unica, un percorso naturalistico e storico denominato "Le vie dell’acqua”.

Divisi secondo le classi di frequentazione, gli alunni sono stati accompagnati ed “istruiti” dai volontari dell’associazione cisonese "Via dei mulini”, un gruppo affiatato che da sempre si occupa della valorizzazione di quest’angolo di Cison, ricco di canalette, mulini e di resti di “archeologia industriale”, tra cui il rudere di quello che fu un cappellificio.

I piccini di prima e seconda elementare accompagnati dai volontari Marisa e Alfonso, hanno potuto vedere concretamente come si salvano i famosi “gamberi d’acqua dolce” cisonesi, gli “Austropotamobius pallipes”, dalla secca del torrente. Franco Salton, il volontario che durante l’anno esegue questa preziosa attività autorizzata dalla Provincia di Treviso, ha dato loro una dimostrazione pratica della preziosa operazione.

Le terze e quarte hanno svolto una visita guidata con il naturalista Dino Calzavara, mentre i bambini di quinta hanno avuto come cicerone Michele Potocnick, il presidente della Via dei mulini. Il resto lo ha fatto una giornata d’ottobre quasi estiva, impreziosita dai colori autunnali che ha reso ancor più incantato un luogo che già lo è di suo.


(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto per gentile concessione della Via dei mulini).
#Qdpnews.it