Cappella Maggiore, un secolo di vita per l'asilo San Giuseppe. Oltre 350 persone presenti alla messa celebrativa

Ha compiuto un secolo di vita la scuola dell’infanzia San Giuseppe di Cappella Maggiore. Voluta nel 1919 dal parroco di allora, l’asilo vide la presenza, fino agli anni Novanta, delle suore di Maria Bambina.

Oggi la struttura paritaria conta anche un asilo nido integrato. Al suo interno operano complessivamente sei  insegnanti, quattro all’infanzia che si prendono cura di 82 piccoli alunni e due al nido dove vengono accolti 13 bimbi.

Per celebrare tale ricorrenza, lo scorso 9 giugno, si è tenuta una grande festa che ha visto insieme allievi di oggi e di ieri, ovvero un intero paese riunito per la propria scuola.

Monsignor Martino Zagonel, in qualità di vicario del vescovo di Vittorio Veneto, ha presieduto la messa concelebrata dal parroco di Cappella Maggiore, don Riccardo Meneghel.

Messa che ha avuto luogo all’aperto, sul piazzale della scuola per poter permettere agli oltre 350 presenti di prendervi parte. I bambini dell’asilo hanno da parte loro contribuito all’animazione proponendo il canto iniziale e finale della celebrazione liturgica.

Una targa commemorativa a ricordo dei 100 anni della San Giuseppe è stata scoperta e si sono tenuti i discorsi di rito che hanno visto intervenire il parroco don Riccardo e anche ill sindaco di Cappella Maggiore Vincenzo Traetta.

Tutti hanno sottolineato con le loro parole l’importanza di una tale istituzione scolastica e il numero consistente di energie che vanno spese per poter offrire un servizio di qualità alle famiglie. Anche l’operato delle suore è stato ricordato per l’importanza che ha ricoperto la loro presenza e la loro dedizione nel far crescere diverse generazioni.

Il lancio in cielo dei palloncini ha concluso la parte ufficiale. Mentre all’interno della scuola è stato possibile visitare una mostra fotografica voluta per fermare nel tempo i vari momenti di storia e la sezione dedicata ai lavori eseguiti con ago e filo grazie alla scuola di ricamo tenuta dalle suore. Ad allietare la festa ci ha pensato invece la Banda di Cappella Maggiore.

La giornata è proseguita con il pranzo, tenutosi nel campo sportivo retrostante all’asilo stesso, e reso possibile grazie agli alpini e la collaborazione di molti. Nel pomeriggio la festa è proseguita con un momento ricreativo.

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport