Cappella Maggiore, Maria Rosa Barazza respinta dall'uninominale di Conegliano: "Dato un contributo positivo al Partito democratico"

Non ce l’ha fatta a ottenere un seggio in Parlamento Maria Rosa Barazza(nella foto), ex candidata per il Partito democratico nel collegio uninominale di Conegliano e seconda in lista nel collegio plurinominale di Treviso-Belluno.

Per quanto riguarda infatti il Partito democratico alla Camera sederanno a Roma i candidati veneti Sara Moretto, Roger Demenech e Nicola Pellicani.

Nonostante il rammarico di un risultato così basso per il partito però il vicesindaco di Cappella Maggiore si esprime con toni tranquilli: “Anche se i risultati del Pd sono negativi guardo in positivo i voti raccolti nel collegio di Conegliano dove ero candidata all’uninominale. Ho dato un contributo positivo, che è infatti meno negativo che da altre parti, con una percentuale del 24 percento a Cappella Maggiore - con la coalizione a 28,8 punti percentuali - che è maggiore del risultato nazionale”.

Maria Rosa Barazza ha deciso che guarderà avanti e ne trae una lezione per il partito: “Bisogna puntare maggiormente su persone radicate nel territorio: se il partito vuole dare delle risposte alla gente deve essere in sintonia con loro. Noi la nostra piccola parte l’abbiamo fatta, abbiamo dato un certo risultato”.

E nella sua pagina Facebook ufficiale si esprime garantendo il suo continuo impegno in politica: “La mia campagna è partita tra la gente e si è conclusa tra la gente. Tra la gente continuerò a stare da avvocato, da amministratore e da semplice cittadina. Qui, spero insieme a tanti di voi, continuerò a lavorare per costruire una comunità aperta, inclusiva e solidale dove non c'è paura a guardarsi negli occhi".

E ancora: "Qui continuerò a impegnarmi per dare risposte concrete ai cittadini e a chiedere a chi ci rappresenta a Roma di farlo al meglio. Io guardo avanti più forte e determinata di prima, consapevole che il nostro meraviglioso Paese, l'Italia, ha tanto bisogno di gente che si impegna per il bene comune, con amore e tenendo lo sguardo alto".

Poi la citazione di Nelson Mandela: "Se voliamo bassi non possiamo servire bene il mondo".

(Fonte: Francesca Rusalen © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport