Tentativo di truffa a Cappella Maggiore: "Mi deve dei soldi per dei tappeti che ha acquistato in passato"

Un altro tentativo di truffa va ad aggiungersi a quello che Qdpnews.it  aveva registrato giovedì 4 maggio, ovvero quello ai danni di una signora anziana di 86 anni alla quale volevano far credere che suo figlio, in seguito ad un incidente stradale, aveva ucciso un ciclista e che un presunto avvocato sarebbe dovuto venire a ritirare la cauzione. Questa volta il tentativo risulta meno incisivo per la vittima dal punto di vista psicologico, ma altrettanto allarmante per la persona che riceve la chiamata.

Questa la dinamica del tentativo di truffa: un signore anziano, residente a Cappella Maggiore, riceve una telefonata da un fantomatico "signor Marco",  che riferisce di avergli venduto dei tappeti in passato per i quali deve ricevere ancora i soldi e, siccome si trova in zona, chiede se può passare a casa sua a ritirare il pagamento. La telefonata è avvenuta ieri, sabato 6 maggio, nel primo pomeriggio.

L'anziano dichiara di aver ricevuto una telefonata analoga anni fa, ma è sicuro dell’impossibilità della cosa: non ha tappeti in casa e non ne ha mai acquistati. Infatti, appena sentito questo, il truffatore riaggancia subito. Le domande sono tante, a partire da come questo uomo sapesse il nome dell'anziano signore, ma di una cosa quest'ultimo è sicuro: la sensazione che chiedesse di venire per “perlustrare” la casa.

Per ora questa è l’unica segnalazione di questo tipo avvenuta nel Vittoriese e, per fortuna, la truffa non è andata avanti. Tuttavia segnalare questo genere di cose è utile perché rappresenta un invito a "farsi furbi" per non cadere in tentativi di truffa alquanto sgradevoli.

(Fonte: Francesca Rusalen © Qdpnews.it).
(Foto: web 2015).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport